porcherie

botifarra d’où de dijous llarder

botifarra d'où de dijous llarder

Il carnevale è una roba seria, al punto che divide come poche cose al mondo: chi lo ama lo adora, chi invece ne farebbe a meno sotto sotto (e a volte pure più in superficie) lo detesta. Io lo adoro, da sempre. Eppure negli ultimi anni, dopo aver passato le ebrezze infantili, l’incertezza per prove [...]


capo di anno

capo di anno

e anche quest’anno ce l’abbiamo fatta. Anzi meglio degli altri anni, senza patemi, persino persino (quasi) senza agitation che-che ne dica il fotografo. Merito della chimica, quella sintetica, quella che evitiamo tutto l’anno e che però vuoi mettere come ge-la-ti-fi-ni-ca lei? altro che agar-agar, altro che colla di pesce (che poi di “naturale” avrebbe in [...]


vodka-jelly

vodka-jelly

Qui è tutta una agitation! Un po’ di malattie, un po’ di guarigioni, un po’ di preparativi di partenze e di preparativi per grandi arrivi. Poi liste (molte liste), spese, zuffe, divisioni di compiti e piani d’attacco e di difesa. E perfino propositi (solo buoni). Insomma abbiamo tutta una mistica dell’agitation su cui abbiamo già [...]


sucettes glacées al lemon grass e ginger

sucettes glacées al lemon grass e ginger

Giusto quello che ci vuole. Arrivata a Roma notte-tempo, dopo roccambolesche avventure ferroviarie, trovo un clima mitigato rispetto all’intervallo -9 +1 registrato tra i monti, ma comunque piuttosto rigidino. Nel giardino del fotografo il basilico è definitivamente stecchito, pure la salvia tiene le foglioline strette e la menta romana anche quest’anno è kaput. Il frigo [...]


lo sciroppo per la tosse (home made)

lo sciroppo per la tosse (home made)

La prima volta che ne ho sentito parlare è stato al banco della signora Fausta. Impigliata nel mal di gola e con un filo di voce residua compravo le mie verdure tossicchiando a secco, mentre lei, con la certezza delle faccende evidenti, diceva: ramolaccio, ci vuole il ramolaccio. Sul banco quel giorno di ramolaccio non [...]


zenzero candito

zenzero candito

Dopo la prima neve, anzi pure insieme, è arrivato puntuale come un treno asburgico il raffreddore, anzi meglio il male di stagione. Il fotografo si sveglia di notte battendo i denti (anche se sta a Roma), in Trentino nonostante la prima lana è ricominciato il mal di gola, mentre la Marie inanella litanie di starnuti [...]


un hugò e qualche anticipazione

un hugò e qualche anticipazione

A dire la verità non è che sia chiaro se l’accento sulla “o” ci vada o pure no, ma è pur vero che a pronunciarlo si sente che la cadenza porta lì, e poi, questo è certo, fa più esotico. L’Hugò dunque, è un cocktail di ascendenza bolzanina (nel senso che è lì che lo [...]


croccante di …

croccante di ...

La notizia l’aveva riportata il fotografo da Barcellona, robe esotiche che si trovano e si mangiano solo lì, ideuzze forse banali dopo che qualcuno ci ha pensato, però carine, così carine… Ovviamente il fotografo, nella valigia mingherlina che imbarca e sbarca tra l’Italia e la Spagna, si è guardato bene dall’includere non tanto un campione, [...]


chips dolci alla liquirizia

chips dolci alla liquirizia

A dirla tutta l’idea di queste chips è un collage e un racconto a più mani. La storia inizia qualche settimana fa a Roma quando mangiando all’open baladin in una serata un po’ burrascosa non siamo riusciti a goderci fino in fondo l’idea (e il sapore) di chips faites maison condite con sale alla liquirizia. [...]


bibita al melograno

bibita al melograno

Messa li fra le bottiglie della riserva personale ha un aspetto a metà tra il velenoso e il frivolo. Roba da ragazzi, qualcuno direbbe perfino da femmina! roba da merende sull’erba, roba primaverile, roba smielatamente romantica. Ma chissà poi perché tocca propria a me scriverne. Ho già un po’ di prurito. Immaginiamo Maigret che batte [...]


creme caramel alla liquirizia

creme caramel alla liquirizia

Quando qualche mese fa si era trattato di ritrarre la passione di elena-comida per il caffè, la ricetta che istintivamente le avevamo dedicato era un gioco di sostituzioni (e di parole) che prevedeva di mettere il caffè al posto del latte in una crème caramel (o latte portoghese) che Zenone Benini (a cui ci eravamo [...]


collana di salamini al prosecco, flambée al rum

collana di salamini al prosecco, flambée al rum

Ecco che fine ha fatto la collana di Alex. Evvabè, la colpa è un po’ del raffreddore-influenza che, si sa, lascia il frigo vuoto, un po’ del freddo, un po’ del fatto che maite è partita (e pure lei ha avuto le sue disavventure glaciali), un po’ di una una chiacchiarata telematica in cui ho [...]


gelatina di canarino

gelatina di canarino

No, no i canarini, quelli gialli, intesi come uccellini spesso tristi in gabbietta, non c’entrano niente. Però, a ben guardare, qualcosa di un po’ estremo in questo esperimento in effetti c’è, qualcosa giocato sulle consistenze e per di più sulle consistenze del quasi-niente. Il canarino, o acqua-bollita, come si chiama da secoli a casa di [...]


granitina di tè verde

granitina di tè verde

Sul nome di questa cosina fresca fresca, di temperatura, di sapore, di aspetto pure c’è stata qualche diatriba. Granita, per Marie e il fotografo, manco per niente (o come direbbe Marta: No way!), per Maite che in queste cose sente il richiamo delle origini parentali… sì perché in Sicilia la granita è una cosa del [...]


campargello futurista (ovvero gelatina di campari)

ZANGTUMBtumBTUuuuuM TUuuuMclipcloPPeteCLOPcloop Allora, allora.. non è che ci siamo ammattiti, né che abbiamo aperto davvero la taverna calicanti, né tantomeno che abbiamo ricevuto una lauta sponsorizzazione dalla Campari, diciamo piuttosto che questo post-futurista è il frutto di un concorso di cause. In primo luogo in questi giorni a Rovereto ha riaperto, dopo lungo restauro, la [...]