“pancakes” di poppole

Delle poppole avevamo già parlato (poco più sotto), ma la bellezza dei papaveri anche quando devono ancora fiorire è che si trovano ovunque, a patto di saperli riconoscere. Così domenica mattina in un mercato inaspettatamente scoperto (e aperto) in piazza Santa Croce a Firenze una signora ne aveva un cesto  (di poppole o a dire meglio di papaverina)  tra i radicchi selvatici e i cardi, un po’ come la signora Fausta un po’ più a nord dove prevalgono ancora le verze e il cavolame.
Nella casa disabitata di Firenze, con poco margine per l’inventiva, ne abbiamo ricavato frittelline semplicissime, piatte un po’ come dei pancakes e buonissime, mangiate assieme a formagetti biologici (solo pecora e capra) comprati nello stesso mercatino, a pane invece, di domenica avanzata, un po’ si latitava…

La ricetta

Ingredienti
500 g di poppole
4 uova
4 cucchiai di parmigiano
2 cucchiai di pangrattato
1 goccio di latte
sale e pepe
+ possibilmente sale a scaglie

Pulire con cura le poppole e lessare brevemente in poca acqua leggermente salata. Scolare sminuzzare con il coltello, unire le uova sbattute, il parmigiano e il pangrattato, aggiustare di sale e pepe e friggere in una padellina piccola una alla volta. Asciugare sullo scottex e mangiare calde con una spolverata di sale a scaglie. 

maite

   

9 Commenti a ““pancakes” di poppole”

  1. erika scrive:

    non conoscevo le poppole, cha sapore hanno?
    i pancake sono interessanti.

  2. maite scrive:

    Erika: puttosto dolce e delicato ma con una punta di quasi “piccante” come certe erbe selvatiche cotte

  3. fra scrive:

    Hanno un aspetto davvero invitante…chissà se riesco a trovarle anche io?!?!
    Un bacio e buon inizio settimana
    fra

  4. comidademama scrive:

    bellissimo

    Dirò del mercato domenicale a Elena, la tua vicina di casa ‘fiorentina’. Magari le farà piacere fare un salto con la piccola Matilde.

  5. nina scrive:

    che mix di emozioni sarà mangiarle..

  6. Denise scrive:

    Poppole…che nome carino!!! Devo togliermi la curiositá di assaggiarle!

  7. comidademama scrive:

    se sei ancora a Fi pensi di sapere dove poter recuperare un po’ di sommaco? anche tritato.

  8. valentina scrive:

    SARO’ A FIRENZE TRA QUALCHE W-END….TENGO NOTA DELLA RICETTA E DEL MERCATO IN UA DELLE MIE PIAZZE PREFERITE!!! CIAO E BUONA SETTIMANA… v

  9. elisabetta scrive:

    Da noi si chiamano rosoline, di sicuro sono tra le erbe spontanee più buone, e sono anche facili da riconoscere quando le si va a raccogliere. Questi pancakes sono ottimi sia da soli che come base per altre ricette!