con spray

Eccoci! per la seconda volta, a dire la verit

6 Commenti a “con spray”

  1. enza scrive:

    beh il fil rouge del mare unisce tutti i popoli del mediterraneo.
    ne volete una prova? qui :)
    http://iodagrande.blogspot.com/2008/05/limpegno-le-cartoline-e-la-pazienzae-in.html
    vado a gustarmi le vostre due paginette in attesa di sbarcare anche io (e nutrita prole) in sicilia.

  2. Fra scrive:

    Complimenti!!! La scelta della ricetta è perfetta, due trdizioni culinarie geograficamente distanti ì, ma che nella loro semplicità riescono a creare dei piatti di pesce assolutamente spettacolari

  3. maite scrive:

    @enza: un po’ di invidia… vediamo se ce la facciamo anche noi… ehm..
    @Fra: grazie, ma davvero poco merito nostro…

  4. Mariù scrive:

    Complimentissimi!
    Mamma mia, le sarde in saor, quante ne ho mangiate quando vivevo a Treviso!
    Lì una volta all’anno fanno addirittura la ‘festa dea sardèa’ e si mangiano sarde cucinate in ogni modo, buoneeeeeee!!
    Bravi, vado a leggervi su ‘Spray’!
    Buona fine domenica!
    m.

  5. alexandra scrive:

    Che bello che le sarde in saor siano sbarcate a Catania!! Proprio due giorni fa ne ho fatto una variante…la ricetta da voi riportata è quella che nasce nel ghetto a Venezia e che mangiamo spessissimo (se ne prepara una bella terrina e si conserva per molti giorni)
    è un antipasto classico e tipico delle cicchetterie lagunari….sono buonissime!!!

  6. A G Photography scrive:

    Complimenti e ben meritati! Siete sempre una ottima fonte di idee e mai banali. Vado subito a leggervi ;)