il semifreddo al lampone di Donna Hay

Ci sono ricette che portano iscritto una specie di imprimatur. Si tratta in genere di piccole cose che valgono per il tutto: bicchierini, ingredienti, modalitá, colori persino che non ti lasciano lo spazio o il tempo di dubitare. Così difonte al fucsia glacé di porzioni singole ingegnosamente strabordate non c’è da pensare lontano: è Donna Hay, fotografia di Con Poulos. Tanta riconoscibilità ti leverebbe quasi il gusto di provare, quasi che la “firma” valga l’assaggio, o meglio stia al suo posto, come dire so già di cosa sa: sa di Donna Hay, fotografia di Con Poulos. Ma poi, per fortuna, qualche volta ti ci metti e qualche volta scopri che la faccenda certo è riconoscibile, semplice persino, ma buona, buona e facile, facile e allora sulla paletta del cucchiaino da gelato c’è ancora spazio per morsetti freddi e inaspettati.

La ricetta

Ingredienti
3 uova 2 tuorli
1/2 cucchiaino di estratto di vaniglia
220 g di zucchero
500 g di lamponi surgelati (ma pure freschi… e noi ne abbiamo messi un po’ di più)
435 ml di panna liquida
Sbattare le uova, i tuorli, la vaniglia e lo zucchero in una ciotola e cuocere a bagnomaria per 5 minuti. Togliere dal fuoco ma continuare a sbattere fino a quando il composto non si raffredda, unire i lamponi leggermente schiacciati. Montare la panna e unire delicatamente al composto con i lamponi, quindi versare in bicchierini foderati in alto di carta da forno in modo che superino il bordo di circa un centimetro. Mettere in frezeer per 4-6 ore, togliere la carta prima di servire e decorare a piacere. Nota: la ricetta è semplicissima, la cosa più complicata è la faccenda della carta da forno, perché almeno la nostra carta, fa fatica a stare ferma con il nastro adesivo, siamo dovuti ricorrere a elastichetti…

maite

18 Commenti a “il semifreddo al lampone di Donna Hay”

  1. Virginia scrive:

    Ah, ma allora l’associazione a delinquere ha funzionato bene…
    Sono contenta di rileggerti/vi.

  2. lenny scrive:

    Nastro adesivo e carta forno sono nemici giurati: meglio usare spago da cucina oppure (il mio ultimo esperimento) i laccetti di silicone, a patto che il diametro del bicchiere lo consenta
    Per il resto sono più che gratificanti con il loro strabordare altamente lussurioso :))
    E’ un piacere scoprirvi in attività!

  3. barbaraT scrive:

    io ho usato la spillatrice…
    euhm.. ma quello nella foto non è ribes? allora avete usato ribes o lamponi? perché secondo me anche con il ribes non sarebbe mica male…
    piesse: x maite, abbracci…

  4. fra scrive:

    Hanno un aspetto veramente invitante…assolutamente da provare, magari durante una cena fra amici per concludere alla grande
    Un bacione

  5. A G Photography scrive:

    Donna Hay per queste ricette sfiziose è veramente impagabile e che gusto nello styling, e poi Con Poulos… eh beh… il fotografo mi sa che ha capito ;)

  6. simonetta scrive:

    Ciao,
    ricetta sfiziosetta…
    Complimenti per vostro aulico e raffinato blog…

    Io per fermare la carta forno uso la spillatrice, funziona sempre!

  7. comidademama scrive:

    Il mio guaio più grosso con il nastro adesivo è che q u a l c u n o non sa più dove l’ha messo dopo avere fatto un mirabile lavoro di art&craft.

  8. massimiliano scrive:

    è una settimana che vi conosco
    è una settimana che vi vengo a trovare tutti i giorni…

  9. isafragola scrive:

    bentornata! Bellissimo questo bicchierino… Viene voglia di assaggiarlo subito.

  10. marie scrive:

    @Virgi, si, il trio colpisce ancora :) un abbraccio.
    @Massimiliano. Grazie, ci farai arrossire.
    Buon fine settimana a tutti…

  11. ila scrive:

    …e c’è qualcuno che dopo qualche minuto di contemplazione estetica,tra svariati ooohhh di stupore infantile,
    si è strafogato il contenuto di questi eleganti e sublimi bicchierini…
    Grazie!

  12. Dada scrive:

    Belli belli, buoni buoni di sicuro…Bentornati con questo dessert allegro!

  13. sara scrive:

    bentornati. e… la cavia è sempre pronta per assaggiare queste bontà…

  14. maite scrive:

    oh ecco, mi consolo che la faccenda della carta da forno sia condivisa… Donna Hay la faceva così semplice che credevo fosse un problema solo con la mia
    @barbaraT: sì è lampone, i ribes che vengono da un meraviglioso orto, erano in questo caso solo esercizio decorativo, ma mi fa voglia di provare anche se temo un po’ per i semini

  15. A G Photography scrive:

    Io la carta da forno la tenevo ferma con il nastro adesivo da carrozziere, quello con la carta giallina sul retro.

  16. walter scrive:

    Ciao ragazze, avrei bisogno di chiedervi una cosa privatamente, ma il paio di mail che ho mandato al vostro indirizzo mi sono tornate indietro. Potreste contattarmi voi? Ve ne sarei molto grato.
    ciao
    walter

  17. spighetta scrive:

    Complimenti per le foto sempre impeccabili…fanno venire un’acquolina!!!

  18. [...] il semifreddo al lampone di Donna Hay ? la cucina di calycanthus10 lug 2009 … il semifreddo al lampone di Donna Hay. Ci sono ricette che … meglio usare spago da cucina oppure (il mio ultimo esperimento) i laccetti di … dettagli [...]