gelato di carote, mele e zenzero

Sulla scorta della scorta di carote sgranocchiate con Marta ci è presa una specie di deriva salutista, del resto che fare con tutti quei chili di arancione e con questo caldo pergiunta? centrifuga, ovvio, mettendoci le mele che compensiono un po’ quella dolcezza che rischia di stuccare tutta insieme e da sola, e poi un pizzico di zenzero per dargli un po’ di brio e la sensazione di fare ancora più bene, ancora più sano… ma poi in tutto questo salutismo il fotografo (bretone di origine, occorre ricordarlo) pareva un po’ a disagio… ma davvero non ci mettiamo niente niente? così solo mele e carote? roba un po’ da cavalli… e allora di soppiatto, un po’ di straforo nella centrifuga, prima di esser messa nella gelatiera nuova nuova, ci è finita un po’ di panna, insomma un po’ di cremoso, un po’ di peccato, un po’ di roba da cristiani (bretoni)!

La ricetta

ingredienti
8 carote grandi
2 mele
un cucchiaino di zenzero in polvere
3 cucchiai di zucchero di canna
mezzo bicchiere di panna
mezzo bicchiere di latte
centrifugare le mele e le carote e versare il succo nella gelatiera con gli altri ingredienti. Noi abbiamo guarnito il gelato con foglie di Erba di San Pietro.

maite e il fotografo

13 Commenti a “gelato di carote, mele e zenzero”

  1. marie scrive:

    Ma perché non c’è il teletrasporto?
    Io, sto cuocendo a Roma…

  2. lenny scrive:

    Originale la gene si di questo gelato che strizza l’occhio al salutismo!
    Non conoscevo l’Erba di S. Pietro, m ami sono presto documentata e vi ringrazio per questa info :))

  3. maite scrive:

    @marie, ancora poco e più che il teletrasporto avrei me in carne e ossa purtroppo senza gelatiera… dommage, ma ci consoleremo!

    @lenny: il merito di averci fatto conoscere (e pure portato in esemplare di origine piemontese certificata) è di comida e davvero è una scoperta sorprendente!

  4. Sara scrive:

    Sapete come fare per far venire l’acquolina in bocca a tutte le ore del giorno e della notte. Ora mi vado a vedere che è quest’è erba di San Pietro, grazie perchè ogni giorno qui da voi si impara qualcosa di nuovo!
    Ah, adoro i ritratti alimentari, sono geniali.

  5. Abbiamo recensito con molto piacere questa fantastica ricetta…. http://lortodimichelle.blogspot.com/

  6. gunther scrive:

    molto bella questa ricetta di gelato per molto la carota è legata al gusto salato invece è dolce

  7. MICHELA scrive:

    un gelato vitaminico!!
    E pure aromatizzato..che volete di più?

  8. fra scrive:

    come dicevo…io adoro le carote!!! e questo gelato mi incuriosisce tantissimo
    Un bacione
    fra

  9. isafragola scrive:

    Che buono… la panna ci stava troppo bene, bravo fotografo, se no che vita eh? Bella l’idea dell’erba di San pietro per dare un po’ di carattere al tutto. La conoscevo solo nella frittata della nonna bis (piemontese)

  10. comidademama scrive:

    isafragola, in effetti l’ho portata loro dal Piemonte, con radici e tutto. E ha attecchito!

  11. lacrima scrive:

    che gelato curioso! pure le carote non le vedevo in un gelato. fino ad addesso pero! mi incuriosisci tantissimo … com’e il sapore?

  12. [...] gelato di carote, mele e zenzero Sulla scorta della scorta di carote sgranocchiate con Marta ci è presa una specie di deriva salutista, del resto che fare con tutti quei chili di arancione e con questo caldo pergiunta? centrifuga, ovvio, mettendoci le mele che compensiono un po’ quella dolcezza che rischia di stuccare tutta insieme e da sola, e poi un pizzico di zenzero per dargli blog: la cucina di calycantus | leggi l’articolo [...]

  13. Centrifuga scrive:

    Vorrei consigliare l’uso di un estrattore a freddo invece della centrifuga per preservare al meglio gli enzimi contenuti nella frutta e verdura fresca.
    Sara