caviar d’aubergines (mousse di melanzane)

Non è che sia a base di caviale e nemmeno che sia un piatto tipico della cucina francese, anzi è piuttosto mediterranea come faccenda, fatta di melanzane e di yogurt… ma noi abbiamo cominciato a farlo a Parigi e da lì ce lo siamo portato dietro, nome compreso senza riuscire a chiamarlo in un altro modo, o in un’altra lingua…

Ingredienti
3 melanzane (di quelle allungate viola scuro)
1 vasetto di yogut greco da 150 g (possibilmente bello grasso)
1 spicchio d’aglio
1 manciata di foglioline di menta
2 cucchiai di aceto balsamico
3 cucchiai di olio extravergine d’oliva
sale

Lavare le melanzane e metterle intere nel forno caldo dopo averle bucherellate con una forchetta (così si evita che esplodano) per circa 20 minuti, mezz’ora fino a quando risultano morbide. Aprirle e con un cucchiaio prelevarne la polpa, metterla da parte aspettando che si freddi.
Quando è fredda frullare la polpa di melanzane con lo yogurt, l’aglio, la menta e due cucchiai di aceto balsamico aggiungendo l’olio a filo, aggiustare di sale e lasciar raffreddare in frigorifero per almeno un’oretta.
Servire con crostini e/o, se per caso ce n’è, con meline secche per l’aperitivo.

marie e maite

 

6 Commenti a “caviar d’aubergines (mousse di melanzane)”

  1. Alex scrive:

    Interessante l’aggiunta di yogurt, non conoscevo questa versione. Io di queste cremine non mi stufo mai.

  2. Sere scrive:

    Cosa cè di più buono di una di queste “cremine” spalmate sul pane??? Quasi quasi se stasera vengono amici a cena la preparo per il pre partita… Gli ingredienti ci sono tutti!!!
    Bonne journée…

  3. maite scrive:

    buona gioranta anche a te sere e pure ad alex…

  4. Sere scrive:

    Ragazzi, ieri sera ho preparato la cremina di melanzane… ho cambiato un paio di ingredienti ma è venuta qualcosa di deliziosissimo!
    Grazie x l’idea!

  5. [...] un tantino passatista, nel senso che ci rimanda a tempi francesi e a un caviar più consueto, quello di aubergines. Così se spesso nei nostri (Maite & Marie) dialoghi di cucina, lo strofinaccio diventa [...]

  6. [...] gli strumenti e sì pure gli ingredienti. Quando un secolo fa (era il 2008, gloups!) pubblicavamo la ricetta di quella specie di mousse che compariva spessissimo sulla tavola ancora studentesca (!), con [...]