luc, les crocs et le vin. ritratto alimentare n°8


clicca sull’immagine per ingrandirla

Non ne avevamo un’intenzione precisa, cioè la sicurezza assoluta di quel che facevamo mentre lo stavamo facendo, ma a guardarlo da qui, quello di Luc pare davvero un ritratto alimentare. Così dunque lo trattiamo, o meglio ci teniamo un po’ a metà tra il portrait e la recensione perché Luc è un amico (di cui avevamo già parlato a proposito di un certo dolce al cioccolato) ed è anche il patron di un posticino piccolo piccolo, proprio accanto al marché d’Aligre, quattro tavoli, gastronomia francese di grande qualità, buon vino e ospitalità calda. D’altronde come non considerare ritratto alimentare quello di colui che porta scritto sulla maglietta di voler votare il proprio il corpo alla gastronomia?

idealmente qui finiscono le foto di backstage e iniziano quelle di “racconto” alimentare a Les crocs 12, rue de Cotte 75012 Paris +33 1 43 46 63 63

le civet de marcassin (cioé cinghialetto) al sidro era strepitoso a detta del fotografo, le confit de canard è invece la certezza di marie da praticamente dieci anni * sui colli di bottiglia si intravede anche un certo galletto nero in trasferta.

les crocs è aperto da meercoledì a domenica ma gli altri giorni se siete almeno 12 se ne può parlare, con Luc ovviamente…

maite, marie e il fotografo

22 Commenti a “luc, les crocs et le vin. ritratto alimentare n°8”

  1. Walter scrive:

    Che bello! Con queste foto sembra proprio di sentire l’atmosfera di un ristorante parigino!
    Grazie! (quanti punti esclamativi….)
    W

  2. comidademama scrive:

    Mi fa piacere portare negli occhi il ritratto di Luc e del suo posto, meraviglioso, quando parlerò della sua ricetta.

    Confit de canard. Le civet de marcassin. Hanno dei suoni da favola.

  3. comidademama scrive:

    già che ci siamo, vorrei quegli occhiali.

  4. Mademoiselle Manuchka scrive:

    @ comida
    dopo avergli fatto anche io i complimenti per gli occhiali, mi ha confidato che si chiamano geppetto.
    bisous

  5. barbaraT scrive:

    mi piace mi piace mi piace!
    confit de canard tutta la vita marie!
    questo posticino me lo segno sulla lista per il prossimo attesissimo viaggio, merci!

  6. comidademama scrive:

    Mademoiselle Manuchka, mi sembra un nome adeguato alla forma degli occhiali. Anche se su Luc fanno un effetto molto più vicino a Max Bunker.

  7. nina scrive:

    che bello, parrebbe di esser lì! Je legue mes yeux à Calycanthus! ;)
    bisous
    ninè

  8. fra scrive:

    incantevole!!! amo questi locali, piccoli, intimi e dove il cibo sa di casa
    Un bacione
    fra

  9. Domitille scrive:

    Moi je dis : quel endroit plus que sympathique et surtout quelle bon moment avec vous tous. Vivement la prochaine fois ! Bises

  10. Domitille scrive:

    correction : quels bons moments !!! ou quelle belle soirée !

  11. Deve essere un posticino straordinario. E mi segno anche la sua tortina al cioccolato, che mi sono persa fino ad ora !! Grazie !!! Manu

  12. Virginia scrive:

    Ragazzi, ho appena visto il vostro nome su Alice cucina di questo mese!!!

  13. ilfotografo scrive:

    eh? virgi, ma sei sicura?

  14. Virginia scrive:

    Cento per cento! Mica ce ne sono tanti di calicanti in giro!!!!
    Non so se avete presente la sezione che dedicano mensilmente per segnalare 4-5 blog di cucina…mbè, questo mese è il vostro turno, cari miei!
    Vi tocca comprarlo!

  15. Annies scrive:

    Uff. Che voglia di Parigi che mi mettete addosso, e queste perle di posticini mi fanno venire voglia di fuggire adesso!
    Et donc, félicitations pour l’article sur Alice cucina!

  16. Piera scrive:

    LO proverò il prossimo Week-end!! Grazie Calycanthus!!! Grazieeeeeeeeeeeeeeeeee

  17. guglielmo scrive:

    p.s. sono passato domenica sera ed era chiuso… .quel dommage!

  18. guglielmo scrive:

    ho visto poi … a pranzo sono andato per il brunch al “loire dans la theiere” :) e lo consiglio vivamente :) :)