la focacceria san francesco a palermo. Panelle e Crocch

Quando, qualche mesetto fa, eravamo stati a Palermo la sansazione che ne avevamo riportato era quella di muoverci in una specie di scenografia disegnata all’eccesso: tutto troppo bello, troppo “forte”, troppo decadente. Ballarò ancora più ballarò di come avremmo mai potuto immaginarla, rumori, suoni, odori, e poi i balconi, la gente, i pupi di Cuticchio, Antonello, pane e panelle per davvero e fumo di stigghiole… Quando, in quei giorni, abbiamo messo piede nella celebre antica-focacceria-S. Francesco le cose si sono fatte ancora più letterali. Sì perché sarà stato pure il fatto di sporgersi dalla balconata superiore come se stessimo al cinema, o semplicemente il fatto d prendersi il tempo di osservare, ma pareva proprio di stare su un set animato, di facce, di cibo, di vita. Tutto molto, molto siculo. Quando dunque proprio ieri abbiamo letto (qui) che la focacceria sarà il centro della sit-com trasmessa via web “Panelle e Crocché” ci è parso giusto, esatto, impeccabile! insomma un’idea geniale. Aspettando di guardare la prima puntata a febbraio ripassiamo le immagini catturate a dicembre proprio su quel “set”.

maite e il fotografo

11 Commenti a “la focacceria san francesco a palermo. Panelle e Crocch”

  1. cobrizo scrive:

    che bella la prima foto e quella centrale, dall’alto, dei due al lavoro sul tagliere!

  2. Elvira scrive:

    La Sicilia mi aspetta (sperando che sia paziente) ed io mi segno anche questa :)
    Ho visto l’intervista su moglialunga, ho scoperto un sacco di cose in piu’ su di voi e mi ha fatto molto, molto piacere. E vi ammiro ancora di piu’ perche’ siete cosi’ bravi e costanti nonostante la logistica non sia dalla vostra parte! :)

  3. francesco da novara scrive:

    devo andare a Palermo..e devo andarci con voi!

  4. Gaia scrive:

    crocche e panelle per tutti!
    (ma che sono le panelle?) oops

    ;-)
    buon w/e a giro!

  5. Giuliana scrive:

    C’è una canzone dei Modena City Ramblers che fa:
    A Palermo nel cuore del centro
    c’è un’antica focacceria
    accanto alla Chiesa di San Francesco
    si ritrovano sempre lì
    seduti al tavolo che fu di Sciascia…

    Si chiama La banda del sogno interrotto

    Bravi come sempre voi :)

  6. Anna scrive:

    Che bellezza – un posto da segnarsi, per quando andrò a trovare i miei amici palermitani!

  7. comidademama scrive:

    Su friend feed leggo commenti entusiasti di chi è passato in questo posto favoloso. Ho messo su ff il link a questo post che restituisce un po’ di calore a questi – qualcosa gradi celsius.
    Da prendere il primo volo da Verona e andare a far pranzo a Palermo.

  8. Lùcia scrive:

    sissì venite tutti ma trovate anche il coraggio di provare lo sfincione venduto sulle motoape, le stigghiole arrostite la sera alla vucciria e il gelato del bar delizia portato da un caminoncino fin dentro la riserva marina di barcarello… il mare più bello di palermo!!

  9. Acilia scrive:

    È un posto bellissimo, di quelli che sanno raccontare il tempo. Mi piace molto.
    Non sono ancora mai stata in Sicilia, ma bramo di vederla presto. E come Elvira, mi segno anche questa :-)
    Un abbraccio.

  10. enza scrive:

    passo come il bianconiglio.
    mai stata, sulla todolist c’è da anni.
    e comunque cari calincanti anche la proposta di lùcia non è male anzi…se hai il coraqgio della motoape.
    io l’ho avuto in estate, una giornata torrida e nemmeno le lucertole sui muri tanto il caldo.
    l’ultimo panino disponibile, il motoapista stava smontando, mangiato seduti all’ombra di un enorme ficus che palermo è anche questo.

  11. Sol scrive:

    Hola!
    Que buenos recuerdos, estuvimos en la Antica Focacceria di San Francesco en junio del año pasado. Nos encantó el mítico lugar y el pane e panele o el pane con la milza!
    ¡Hermosas fotos!
    Saludos desde Chile,

    Sol