insalata di resti (foglie di carote, rape e rapanelli)

Sono tempi di buoni propositi: nella gestione della dieta, del tempo, della dispensa, del frigorifero, degli armadi e dei cassetti. L’anno è tutto nuovo, per quanto già bello zuppo di pioggia, dunque si pensa che si sarà più buoni, più salutisti, più sereni, che non si perderà tempo ma che si imparerà ad essere leggeri (come dice Annies: Take it easy), che si avrà più cura di se stessi, che non si dimenticheranno le multe nei cassetti, che si berrà più acqua e si riprenderà pilates. In tutto questo clima di “virtù” questa insalatina di fogliette di rapanelli, carote e rape ci stava perfetta. In primo luogo perché se in pasticceria esistono ricette per come usare i gialli delle uova (se si sono preparate le meringhe) oppure i bianchi (se si è preparata una crema pasticcera) nel caso delle verdure ci è parso geniale il libretto di Sonia Ezgulian sulle bucce, Les Èpluchures, uscito per le edizioni de L’Èpure, dove abbiamo trovato appunto questa ricetta. In secondo luogo, la faccenda risultava oltremodo dietetica, perché dopo il periodo festivo in cui alle ciance non si è badato, con apporto colarico non proprio a livelli minimi, l’insalata-riciclo puliva la bocca (e anche lo stomachino) lasciando nell’anno passato il senso di colpa per le carote e le rape usate per il brodo grasso del cenone e i rapanelli finiti nell’aperitivo con il burro salato.

La ricetta

Ingredienti
le foglie di un mazzo di carote
le foglie di un mazzo di rape
le foglie di un mazzo di rapanelli
una manciatina di foglie di coriandolo fresco (nella ricetta di Sonia ci sono anche foglie di dragoncello, crescione, e basilico rosso)
1 limone
5cl di olio extravergine di oliva
2 pompelmi rosa
4 arance
sale e pepe

Curare e lavare le foglie e asciugarle bene; pelare a vivo i pompelmi e le arance, sminuzzare il coriandolo e condire il tutto con una vinagrette di limone, olio evo e pepe/sale.

marie

9 Commenti a “insalata di resti (foglie di carote, rape e rapanelli)”

  1. Mademoiselle Manuchka scrive:

    faccio una rima per il nuovo anno

    ma che belle le scodelle

  2. Azabel scrive:

    Geniale si quel libretto, io oltre a farne zuppe non sarei mai andata! ;)

  3. maite scrive:

    @Mlle Manu: lo dico io, che l’animo tuo è poetico… bisu
    @Azabel: il libro è davvero geniale, come spesso succede a quelli di quella collezione. Molti tra le altre cose cominciano ad essere tradotti in italano per Guido Tommasi in bellissima carta, ma non so se questo ci sia…

  4. simona scrive:

    bella un’insalata con le foglie delle carote, non ci avevo mai pensato!!! Graie

  5. Lefrancbuveur scrive:

    buonissima e complimenti per il bel calendario!
    Enrico

  6. terry scrive:

    insalata stupenda….bellissimo l’uso delle foglie di carote! grande!!!

    ciao

  7. [...] di un … pelare a vivo i pompelmi e le arance, sminuzzare il coriandolo e condire il … dettagli Ricette vegan e preparazioni facili (piatti semplici di cucina vegan)piselli, carotine lessate [...]

  8. MammaViò scrive:

    Buonissima…ho linkato questa ricetta al mio blog: http://mammavio.blogspot.com/2011/05/cucinare-le-foglie-delle-carote.html
    Grazie dell’idea succulenta!!
    Viola

  9. Ma è bellissimo questo librettino che insegna a non buttar via nemmeno le bucce! Grazie Maite per avermelo fatto scoprire. Urge una scorribanda al mercatino biologico…