tortino di patate alla maniera del fotografo

“Eh, stavolta non mi viene”, dice il fotografo dopo cinque minuti che il tortino è sui fornelli, ogni volta. Stavolta si attacca, oppure, » troppo grande, si romperà quando la giro. Eppoi invece viene sempre, con più o meno acrobazie e preoccupazioni. E Maite si lecca i baffi e ne vuole ancora. Il tortino, si è capito, non ha un nome ben preciso e non è di facilissima esecuzione, pur nella sua severa semplicità. La sua preparazione è affidata esclusivamente al fotografo, questa volta con un pelapatate d’eccezione: le papate sono proprio quelle sbucciate da Alessandro che, a praticare cambuse, di patate se ne intende.

La ricetta

Ingredienti
quattro o cinque patate grande
una cipolla piccola
sale e pepe
qualche foglia di rosmarino

Grattuggiare le patate e la cipolla a stiscioline fini e aggiungere sale pepe e poco rosmarino. Mescolare bene e disporre su una padella antiaderente con un po’ di olio di oliva ben caldo. Schiacciare l’impasto con una paletta di legno e lasciar cuocere a fuoco basso per qualche minuto. Quando il tortino si sarà compattato smuoverlo delicatamente con la paletta per evitare che si attacchi al fondo della padella. Se si rompe un po’ non disperate, l’amido vi aiuterà a ricompattarlo in pochi minuti. Dopo circa 15-20 minuti girare il tortino e lasciar cuocere ancora 5-10 minuti. La consistenza deve essere croccante fuori e un po’ cruda nell’interno. Da mangiare molto caldo con una spolverata di sale grosso.

il fotografo

11 Commenti a “tortino di patate alla maniera del fotografo”

  1. lenny scrive:

    E’ una sorta di “rosti taglie forti” …..
    Lo proverò stasera :))

  2. fra scrive:

    Mi ha proprio ingolosito questo tortino! Mi spaventa un po’ il momento di voltarlo ma il pensiero della crosticina in contrasto con il ripieno scioglievole è una tentazione irresistibile!
    Una abbraccio
    fra

  3. Sara scrive:

    quasi un “tortel di patate” noneso…

  4. maite scrive:

    oh ecco! finalmente forse avrà un nome sto tortino, che è buonissimo ma che fa ingalluzzire troppo il fotografo che lo spaccia come suo mentre sembra che lo abbia imprato da una ex-fidanzata-svizzera…

  5. cesca scrive:

    jejeje…le falta el huevo para ser una ríquisima tortilla de patatas típica española!
    Pero de todas formas tiene buena pinta ;-)

  6. maite scrive:

    ecco lo dice anche @cesca che c’ha la faccia di una tortilla! altro che modo del fotografo…. hi hi

  7. antona scrive:

    che invidia! A me i tortini in padella non vengono mai,ripiego sul forno ma non è la stessa cosa. Deve essere proprio buona quella crosticina croccante.

  8. artemisia scrive:

    uhm, bontà innocente.

  9. valentina scrive:

    Mamma mia sono quasi uguali a quelle che fa mia nonna.. sono spettacolari.. bacio

  10. elisabetta scrive:

    è buooonissimo! io lo faccio di solito quando mi avanzano delle patate lessate o cotte al vapore aggiungendole allo scalogno (o porro) fatto appassire in un po’ d’olio. voglio provarlo con le patate crude.