petto d’anatra al vino cotto

Non si capisce bene perché il petto d’anatra lo si cucini così poco. è buono, veloce, diverso e pure facile, dunque? che gli manca? Ma poi, a pensarci bene, il perché lo si capisce al volo, se si considera quanto il petto d’anatra non sia facile da intercettare. Da Dario, il macellaio trentino molto volenteroso, lo si può ordinare e ne procura di eccellente, ma così ci vuole l’intenzione, e l’intenzione è metà della fatica. Invece, l’altro giorno, è capitato che in un supermercato fiorentino a cui sono affezionata in modo persino irragionevole, ne avessero un assortimento vertiginoso, in modalità sottovuoto, tante confezioncine tutte allineate in fila sul bancone. Non si poteva resistere e infatti… peccato solo che gli scarsi 350 g siano finiti a sfamare (anzi a stuzzicare l’appetito) di 5 commensali tanto che abbiamo finito tutti per leccare il piatto con le dita. La morale, forse, è che certe volte ci vuole pure l’intenzione…

La ricetta

Ingredienti
petto d’oca… ehm anatra
poco aceto balsamico
vino cotto (sostituibile più o meno con vino rosso corposo con un cucchiaio di zucchero)
olio extravergine di oliva
sale e pepe

In una padella larga e dal fondo spesso scaldare qualche cucchiaio di olio extravergine di oliva, rosolarci a fuoco vivo il petto d’anatra su tutti i lati, quindi irrorare con due cucchiai di aceto balsamico e coprire. Quando si sarà consumato versare il vino cotto (mezzo bicchiere), abbassare la fiamma e far andare per una decina di minuti, aggiustare di sale e pepe e servire. é semplicissimo e ci si lecca le dita…

maite

19 Commenti a “petto d’anatra al vino cotto”

  1. Lory scrive:

    Ciao ragazzi un augurio a tutti voi che il nuovo anno sia sereno felice e perchè no pieno di cose buone ;-))

    P.S Io ho in frigo delle cosce d’anatra ..sto pensando ;.-))

  2. maite scrive:

    ciao Lory, un augurio grandissimo anche a te e un abbraccio forte!
    PS aspettiamo curiose il pensamento sulle cosce d’anatra…

  3. marie scrive:

    Si, Lory tantissimi auguri a te e viva le cose buone. Un abbraccio.

  4. Mademoiselle Manuchka scrive:

    gnam

  5. CorradoT scrive:

    Il tuo petto d’anatra non ha certo bisogno dei miei commenti….
    Pero’ dimmi per favore in quale supermercato hai trovato il sottovuoto :-)

  6. maite scrive:

    CorradoT: esselunga di via pisana, Firenze… (sospiro)

  7. Wennycara scrive:

    ciao maite,
    è la prima volta che commento qui da voi ma vi seguo da molto, molto tempo: quanto mi affascinano le vostre preparazioni e fotografie!
    Poi stamattina, guarda che coincidenza, mi innamoro di questo petto d’anatra e scopro di poterlo reperire dietro casa.
    Grazie, buona giornata,

    wenny

  8. maite scrive:

    Wenny: bello! che ci hai scritto e che condividiamo amori e supermecati! buonagiornata a te

  9. lucia scrive:

    Che sintonia! Prima il pollo sulla bottiglia di cui avevo trovato una versione ad Annecy questa estate, poi la liquirizia, che adoro, infine il petto d’anatra, che è stato il nostro secondo nel menu francese di san Silvestro (servito con scalogni glassati e prugne secche)! In casa è molto amato e ne ho fatto scorta anche io nella versione sottovuoto di quel supermercato a cui anche io, pur non abitando a Firenze, sono molto affezionata. Il vostro blog mi piace sempre di più!

  10. comidademama scrive:

    Auguri ancora a voi tre, bravissimi a farmi venire voglia di provare nuovi ingredienti (poulets e volatili non entrano facilmente in casa).

    OT maite ‘ e più che scriverti e telefonarti, abbracciarti eventualmente vorrei’ Mercoledì dovrei essere per lavoro in mattinata dalle tue parti. Parcheggio a Isera e vengo in centro a piedi, ci metto di meno. Scherzo, parcheggio più vicino o vengo con il treno. Ti chiamo domani.

  11. marie scrive:

    @lucia, scalogni glassati e prugne secche… gnam…

  12. maite scrive:

    comida: bello! preparo rinfreschi!

  13. Sara scrive:

    maaaaa in mancanza del vino cotto si fa restringere a parte il vino rosso corposo con un po’ di zucchero o si fa tutto insieme?

  14. maite scrive:

    @Sara: se si “fa”/è sofisticate perfezioniste si fa bollire, se si va di corsa bene anche mescolato e lasciato sedimentare un po’ (a seconda del tempo che si ha). baci

  15. Ancutza scrive:

    davvero invitante questa ricetta, ma l’anatra mi risulta piuttosto introvabile nei supermercati…se la sostituisco col pollo? Giusto ieri ho preparato il pollo in agrodolce con mandarini…partendo da una ricetta con anatra.

  16. serena scrive:

    Scusa la curiosità, ma il supermercato fiorentino è per caso Pegna???

  17. [...] petto d'anatra al vino cotto ? la cucina di calycanthusvino cotto (sostituibile più o meno con vino rosso corposo con un cucchiaio di zucchero) … di san Silvestro (servito con scalogni glassati e prugne secche)! … davvero invitante questa ricetta, ma l'anatra mi risulta piuttosto … dettagli [...]

  18. Bonfi scrive:

    perché per cucinare il petto d’anatra devo prendere il petto d’oca? Io sostituisco il vino cotto con del Marsala secco. Complimenti per il sito è bellisimo

  19. Bonfi scrive:

    naturalmente era una battuta