tortine alla fava tonka

Il barattolino della fava tonka riportato da Parigi era sullo scaffale già da un po’ di tempo e ci si chiedeva quando lo avremmo usato. Poi prese da una voglia irrefrenabile di addomesticare la bacca ci siamo dette, è questa volta… e dunque si è voluto provare a fare dei dolcetti, semplici, semplici per sentire al meglio il gusto della spezia. Peccato che i maschi di casa, all’unisono, abbiano sentenziato che sì buonissima la fava tonka, è uguale identica al sapore della coccoina, la colla che ogni bambino di una certa età ha mangiato e annusato a pieni polmoni dal barattolino di latta.

La ricetta

Ingredienti
125 g di burro
125 g di zucchero
250 g di farina
1 pizzico di sale
1 bustina di lievito
3 uova (grandi)
2 bacche di fava tonka grattugiata

Mescolare il burro morbido con lo zucchero fino a farlo diventare una crema, aggiungervi il sale, la farina, le uova, il lievito e le bacche di fava tonka grattugiate. Mettere a cuocere in forno a 180 gradi per circa mezz’ora.

marie

13 Commenti a “tortine alla fava tonka”

  1. luca scrive:

    Il dettaglio della Coccoina è rivelatore anche dell’anagrafe dei maschi di casa…
    Vatti a fidare di certi esotismi

  2. enza scrive:

    luca l’anagrafe è relativa, la coccoina esiste ancora.
    ecco cosa mi ricordava la fava.
    non la rava e la fava, la fava….

  3. terry scrive:

    Io ho ed uso l’olio essenziale di Tonka che è anche ad uso alimentare…proverò con quello…ormai sta tonka impazza!:)
    belli sti tortini!

  4. gaia scrive:

    macche’ coccoina…
    o forse si??
    a me ricorda un mix tra vaniglia e mandorla amara…

  5. fra scrive:

    il profumo e sapore di questa bacca mi incuriosisce sempre di più! devo proprio trovare il modo per reperirla, anche perchè le vostre tortine hanno un aspetto irresistibilmente morbido
    Un bacione
    fra

  6. marie scrive:

    @gaia, si anche mandorla e vaniglia… però qui continuano a dire.. coccoina…
    @fra, vedrai è una cosa strana… e con grande scoperta abbiamo letto che è il frutto dell’albero del teck.

  7. la gaia celiaca scrive:

    la fava tonka secondo me è veramente buona.

    però anche in casa nostra il maschio non apprezza…

    che ci sia tutta una storia ormonale dietro?

  8. maite scrive:

    @lagaiaceliaca: ecco una teoria interessante… ma ci vorrebbe il blind test

  9. marie scrive:

    @lagaiaceliaca, ma no li hanno adorati… perché è un po’ come la coccoina, crea dipendenza… :)

  10. Italy Recipes scrive:

    Io ho provato a fare la stessa cosa con le stecche di vaniglia. Ne vado matta.
    Laura

  11. Alex scrive:

    Ogni volta che penso alla fava tonka devo pensare ad Enza. Gliene ho mandata un po’ da dare ar gatto :-)
    A me la fava tonka piace. Ogni tanto apro il barattolino e annuso.
    Marie, quel cestino di legno con i “funghetti” è commovente.

    Colgo l’occasione per dirvi che vi sto scrivendo per la prima volta dal mio nuovo spazio. Inizia una nuova avventura.
    Vi abbraccio tutti

  12. Gloria scrive:

    Io sto aspettando che le mie fave tonka arrivino a destinazione, sono troppo curiosa… a me comunque piaceva l’odore della coccoina!!

  13. Sara scrive:

    che lacuna!!!! non avevo mai sentito parlare della fava Tonka!!! non è che vi è avanzato un tortino da farmi assaggiare????? o almeno annusare?