trofie al pesto mediterraneo di michela

Capita che un fotografo inviti a cena delle amiche. Capita che il fotografo si ritrovi, come spesso accade, con il frigo pieno di rotolini di pellicola e poco più. Capita allora che faccia di mancanza virtù.
!È indetto un concorso!
La ricetta più buona, più strana, più bella verrà fotografata!
Poi però la scelta è difficile. Chissà chi ha vinto davvero? La pasta di michela è buonissima e merita comunque una menzione d’onore:

ingredienti per sei
500 g di trofie fresche
100 g di olive taggiasche
200 g di fagiolini (lessati)
10 pomodori pachino
1 patata media (lessata)
aglio
olio extravergine di oliva
una manciata di pinoli
130 g di pesto alla genovese
pecorino sardo grattuggiato

Far imbiondire l’aglio in padella con l’olio e aggiungere i pinoli, le olive tagliate a pezzettini, la patata schiacciata, i fagiolini tagliati a pezzettini piccoli e dopo poco i pachino. Il composto deve essere morbido, se si asciuga troppo aggiungere un po’ dell’acqua calda di cottura della patata e dei fagiolini. cuocere per 10 minutii e aggiungere il pesto, sale e pepe.
Scolare e saltare le trofie con il pesto e del pecorino grattuggiato a scaglie.
Servire con foglie di basilico fresco. Noi abbiamo aggiunto anche dell’erba pepa.

il fotografo

 

 

 

 

 

2 Commenti a “trofie al pesto mediterraneo di michela”

  1. Sere scrive:

    in qualità di genovese, devo ammettere che l’appellativo “pesto”, in questo caso ci stà! Deliziosissima variante…
    Buona giornata di sole. :-)

  2. salsadisapa scrive:

    sfiziosa questa ricetta… un bel mix di profumi!