gazpacho n°9. gazpacho di zucchine e menta al martini

In nessun caso ci si privi di un buon gazpacho in una colazione sul’erba! Ma neanche in una medenda, né in un pranzo, ma neppure se non siamo sull’erba. Insomma mai. Il gazpacho è una di quelle cose che noi vogliamo sempre. E il bello è che lo vogliamo ogni volta diverso. Adesso lasciamo stare che per postulato un gazpacho non può mai essere due volte uguale a se stesso, neanche ad una maruja siviglina che lo prepara tutte le estati da una vita… e che vogliamo proprio cambiare ingredienti: il gazpacho lo facciamo con tutto! E a chi tocca? Eh, al pooovero fotografo! Fila a fare il gazpacho prima di andare a letto che così domani è più buono! Insomma il fotografo è un po’ come il panettiere o come un chimico folle chiuso in laboratorio di notte a intrugliare pozioni.
Questo ha avuto una storia lunga, fatta di aggiustamenti progressivi e limature ponderate, lo dimostra la lista, lunga, degli ingredienti. Beh, non sempre la semplicità è la giusta via! Questo complesso gazpacho mi sembra proprio riuscito.

La ricetta

Ingredienti (per circa 3 litri)
3 zucchine
2 cetrioli
1 pugno pinoli sgusciati
3 cipollotti piccoli
3 denti d’aglio tenero fresco (o 2 di aglio normale)
1 mela verde
1/4 di peperone verde
1 fetta di pane duro (solo la mollica)
2 cucchiaini di miele liquido (il nostro era miele di tarassaco)
1 bel mazzetto di menta
1 bicchiere di martini bianco
1 bicchiere di olio extra vegine d’oliva
1 bicchiere di aceto di mele
1 bicchiere e mezzo di acqua
sale

Gli ingredienti sono dati in modo non scientifico (la bilancia non la uso proprio) perché la quantità di ogni ingrediente varia a seconda del gusto e del momento e deve essere continuamente aggiustata assaggiando spesso!

Bollire le zucchine tagliate a rondelloni per 2-3 minuti e versarle in un contenitore insieme al peperone, al pane, l’aceto, i cipollotti, l’olio e l’aglio e lasciate macerare in frigo per una mezz’ora. Battete poi nel frullatore aggiungendo gli altri ingredienti e controllando il sale e la quantità di acqua perché il risultato non sia troppo denso. Noi abbiamo lasciato riposare in frigo per una notte e il giorno dopo abbiamo ripassato il tutto nel frullatore aggiungendo la menta fresca all’ultimo momento.

il fotografo

13 Commenti a “gazpacho n°9. gazpacho di zucchine e menta al martini”

  1. Lory scrive:

    Ecco avevo intenzione di usare il mio, fatto qualche tempo fa ;-) per un “servizio” che dovrò preparare tra qualche giorno,ruberò questo, posso? Lo chiamerò Gazpaco di Calycanthus,tranqui dirò che le foglie sono un pò pelose e che basterà pulirle con un panno ;-)
    Davvero una bella idea arrivata giusto in tempo !
    Buona giornata ragazzi!

  2. Azabel scrive:

    Sulla riuscita posso garantire, me ne sarò scolata mezza bottiglia! ^_^

  3. cesca scrive:

    mmm que bueno a ver si nos lo haces este veranito, eh? para celebrar la Verbena de Sant Joan estaria bien.
    Un abrazo

  4. daniela scrive:

    geniali, vi adoro.

  5. stefano scrive:

    sono tentato, anche se ho paura che sia troppo complicato per me..

  6. marta scrive:

    ma il miele deve essere espressamente di tarassaco? e dove lo trovo?

  7. ilfotografo scrive:

    @marta, il miele può essere di qualsiasi tipo, purché molto liquido. Del “miele di tarassaco”, che miele poi proprio non è, parleremo a brevissimo

  8. cat scrive:

    setoso e pastello, andava giù che era un piacere, saluti golosi, cat

    si è ripreso il gattone? ;O)

  9. Lucia scrive:

    Ciao, volevo solo dire che oggi su radio kisskiss ho sentito maite…è stato davvero strano ;) vi seguo da un pò, vi ho trovati in autunno grazie alla mostarda d’uva (superbuona)e siete tra i miei preferiti..non ho un blog mi limito a girellare in cerca di idee spunti ecc..La voce tradiva l’emozione ma trasmetteva anche tanta dolcezza e simpatia ma non è una sorpresa tutto il blog è permeato dalla dolcezza e simpatia del vs trio. Complimenti. Lucia

  10. maite scrive:

    @Lucia: eh sì, mannaggia all’emozione… ma grazie per le cose carine che ci scrivi
    @cat: sì, sì tranquillo dorme e mangia, mangia e dorme come sempre…
    @stefano: ma no, credo di aver capito che il segreto dei gazpachos, almeno quelli del fotografo, sono la quantità ripetuta di assaggi progressivi, alla peggio puoi finirlo tutto così a futria di assaggiare
    @daniela: grazie!
    @cesca: un abrazo (grande) a te
    @Azabel: sorrido…
    @Lory: accidenti però, dovevi esserci anche tu!

  11. [...] che questo miele dicono faccia benissimo per la tosse. (E in più il fotografo l’ha messo nel gazpacho di zucchine, ma di nascosto, rimettendo poi tutto in ordine nella credenza che un cucchiaiono vale più [...]

  12. Mela scrive:

    Ciao…ho trovato il suo blog cercando la ricetta di un gazpachio di zucchine e la tua in particolare mi ha colpito! La stlo giusto provando (adattandola un pò ai miei gusti e a quel che ho in casa)…volevo poi farti i complimenti per l’eleganza delle tue foto e per l’originalità dei gazpachio che hai preparato…ne proverò qualcuno, finchè tiene quest’estate settembrina! :)

  13. brii scrive:

    Favoloso!!!
    Grazie!
    Zucchini Gazpacho with Martini – Gazpacho di zucchine e Martini – WHB #345 (en) http://wp.me/p1IrEJ-1g9
    baciuss