il biscotto-gelato di Cris e Roby

Capita che gli amici lontani pensino a te per strade e associazioni inaspettate e soprattutto libere, capita pure (e siamo fortunati) che ti mandino regali usando i mezzi più diversi, compresi quelli virtuali, che poi virtuali lo sono fino a un certo punto.
Tutto questo preambolo per dire che durante il lungo week end a Talamone, con una connessione più che capricciosa, abbiamo fatto in tempo a ricevere una mail di Cris con dentro la ricetta/invenzione di questo biscotto-gelato. E siccome virtuale sì, ma assaggiato è meglio, l’abbiamo fatto e mangiato subito, resistendo a fatica alla tentazione di includerlo nel cestino per il pic nic in bianco di domenica. La ricetta però la trascriviamo esattamente nella versione mail di Cris, un’ultima nota giusto per segnalare che le tazzine sono un trompe l’oeil (sembra latta vero?) in ceramica.

La mail di Cris

“ciao,

Come state?

L’altro giorno sedevo in panciolle con la Roby, quando mi fa: “Non
c’è un gelatino?”.
Sconsolata per la negativa risposta si è accoccolata sul divano e si è
data alla pennica.
Di solito comperiamo dei gelati molto semplici col biscotto.
Spesso tutti e due facciamo
un po’ di spesa e capitiamo entrambi coi biscotti :-)
Ecco che ho avuto una piccola epifania…

ingredienti per 8 biscottini:
quattro cucchiai da tavola di ricotta di mucca, fresca
uno di miele di acacia
sedici biscotti secchi da accoppiare (io ho usato quelli al
grano saraceno coop)

tempo di preparazione:
4 minuti + almeno 45 minuti di freezer

utensili:
un cucchiaio o, se non c’è, le dita :-)
un piatto, se non c’è arrangiatevi alla spicciolata (o fate senza)
un freezer a regime o, se non c’è, un rigido pomeriggio di fine
gennaio

preparazione:

amalgamare ricotta e miele (2 minuti), accoppiare sul piatto i
biscotti con uno strato
massiccio di crema (2 minuti). Fateli sembrare dei bocconcini di
biscotto coop insomma :-)
E schiaffateli al freddo.

Trascorsi i 45 inuti ho svegliato la Roby, con dei sanissimi
biscottini che ricordano
incredibilmente, nei sapori e nelle consistenze, i biscottini gelato
della coop. Arrivederci
industria alimentare (almeno per i biscotti gelato)! Per una volta non
ho dovuto dirmi da solo
che sono un genio, me lo ha detto la Roby :-)
Saluti-gelato!
cris

Nota: noi abbiamo usato biscotti Gentilini al malto e miele e ricotta mista dii pecora e mucca (In Maremma questo si è trovato)

maite

20 Commenti a “il biscotto-gelato di Cris e Roby”

  1. enza scrive:

    quelle tazze sono la mia passione.
    se non fossero le 6 del mattino mi organizzerei per accoppiare anche io un paio di gentilini.

  2. enza scrive:

    voglio sperare che tra un pezzo di lavoro e un altro ci sia stato tempo per un tuffo e un pò di sole…il fotografo l’è tanto pallido…

  3. artemisia scrive:

    mi piacciono assai. candidi, innocenti e probabilissimamente buoni.

  4. luisa scrive:

    ma queste tazzine sono fantastiche… per non parlare dei gelatini… è un’idea geniale. Grazie a voi e grazie a Cris e Roby.

  5. luca scrive:

    Io li ho proprio assaggiati al tramonto ed erano buonissimi!!
    Eh si, tra uno starnuto e l’altro mi sono affacciato anch’io a Talamone ma… cara Enza l’acqua non era fredda, era di più!

  6. franci scrive:

    Il mio Tommaso impazzirebbe, soprattutto per i biscotti!! i suoi preferiti dopo averli assaggiati dalla nonna :)
    Complimenti, ciao!

  7. nina scrive:

    gelati estati-ci! :D

  8. ely scrive:

    Spesa di oggi: Ricotta e miele, i biscottini già ci sono :->

  9. sara b scrive:

    io AMO il biscotto gentilini. non avrò altro biscotto all’infuori di lui. col gelato poi? è già mio!

  10. gatto goloso scrive:

    Beh… questi biscotti/gelato sono una meraviglia :) No, no, li devo assolutamente provare :) sissì, nel week end ci provo! Grazie mille per la golosa e genuina ricettina :)

  11. angela scrive:

    Meravigliosi e chissà che buoni…ssimi!!!

  12. UnaZebrApois scrive:

    le tazze sono troppo belle, ma il gelato-biscotto mi ha lasciato affascinata!!!Dev’esere meraviglioso!!!Lo proverò al più presto!!!!

  13. jacopo scrive:

    Maite, sono uno spettacolo !!!!
    E bellissima anche la ceramica, il sito è strepitoso :-D

  14. Cristiano scrive:

    sono commosso…

    Buon appetito e grazie!!!

    cris

  15. maite scrive:

    @Cris: siamo noi che siamo commossi…
    @Jacopo: attenzione crea dipendenza
    @Zebra, @Angela e @Gatto: danno soddisfazione! giuro.
    @saraB: io li ho scoperti a Roma, alcuni forse son troppo “secchi” ma questi malto e miele sono una droga, come direbbe Marie
    @ely: mi sa che sei del club e pure @franci e il suo Tommaso buongustaio e già che ci siamo pure la nonna…
    @nina: troppo est-etica tu
    @Luchino: qui il contagio avanza… fotografo ko
    @luisa: grazie a te
    @Artemisia: sono regressivi come poche cose viste e mangiate ultimamente
    @enza: ma che te lo dico a fare… ed ora sternuti su sternuti (!)

  16. Ragazzi mi stavo perdendo un CAPOLAVORO! Meno male che sono passata di qua…Questi genti-gelatini sono da copiare e dovete…brevettarli :-) Complimenti, una ricetta geniale
    simona

  17. Babuska scrive:

    Io li faccio semplicemente con la panna montata, parafrasando la “panna in gelo” che mangiavo da piccola in Prato della Valle. Però la ricotta-sweet version è il mio cibo coccola, come mai non ci ho pensato prima?!? Grazie. :-)

  18. astrid scrive:

    io ho provato a farli ma la farcitura non mi è riuscita così bella alta, il composto di ricotta era troppo morbido. domani vedrò il risultato.

  19. maite scrive:

    @astrid: vedrai che sarà buonissimo comunque, ma in effetti volendo aggiungere una nota alla ricetta di Cris vale la raccomandazione di usare ricotta molto asciutta, magari facendole scolare l’acqua con un colino per un’oretta prima di usarla. facci sapere..

  20. astrid scrive:

    buoni son buoni! ritenterò di certo con il consiglio che mi hai dato. ho provato anche con i batticuori del mulino bianco ma sono troppo spessi, con gli oswego sono riusciti molto meglio.