in gita in laguna


In transito da un aereoporto pieno di ritardi due calicanti su tre hanno molto tempo (per una volta) di riguardare le foto (tante…) della giornata trascorsa in laguna sul bragozzo di Cristina. Venezia vista da lì aveva un aspetto insapettato anche nel ripercorrere luoghi conosciutissimi condensati di ricordi: affacciati sull’arsenale, sotto il ponte dei 3 archi, davanti alla Marisa e persino in pellegrinaggio all’ospedale dove un certo numero di anni fa nasceva (proprio lì e proprio in quel giorno di giugno) una calycanta su tre.
Poi il bragozzo colorato di Cristina ha preso le vie d’acqua e di terra: barene, bricole, dame, cavane, cormorani e cavalieri d’Italia, bilance, botti e ghedi e isole piccole, piccolissime. in cui siamo sbarcati in completa solitudine: Sant’Andrea, La cura, San Giacomo in palù, Mazzorbo con Santa Caterina.

Nè c’è da pensare che ci sia mancato conforto, dalla colazione con zaletti e caffè al vetro siamo transitati da uno spritz alleggerito fino al saor di sarde e pure di melanzane, insomma si stava tanto bene tra acqua e tera, tera e acqua..

maite e il fotografo

14 Commenti a “in gita in laguna”

  1. stefania scrive:

    il vagheggiare liberi per la laguna non ha eguali :)
    la mia piccola adesso è a s.Erasmo con i nonni vita di campagna e gite in barca….
    che invidia :)

  2. lukiz scrive:

    sana e partecipe invidia!
    io ci vivrei proprio su un bragozzo a spasso per venezia e dintorni.
    che bravi che siete sempre.
    :)

  3. nina scrive:

    questa è la venezia terra acqua come la immagino io ora nei sogni miei. siete un’ottima traduzione, sempre.

  4. claudia scrive:

    wow sembra un sogno, sembra di essere in un film… grazie, siete poesia.

  5. marie scrive:

    perché non esiste il teletrasporto?
    perché la terza calycanta si perde sempre queste cose fantastiche? mannaggia…

    però ero un po’ lì, con voi, quel piccolo rammarro rosso che saltava da tutte le parti…
    Un abbraccio ai miei calycanti preferiti.

  6. Francesca scrive:

    mi avete comunicato delle belle sensazioni…

  7. [...] la cucina di calycanthus: in gita in laguna Ti piace? [...]

  8. elena scrive:

    @maite scusa se utilizzo il blog ma è uno dei mezzi più veloci per darti la notizia che oggi alle 10,20 con parto cesareo è nata SOFIA pesa 3kili750 è lunga 53cm ed è bellissima!!! (lo so che sono di parte)
    un bacio elena

  9. Alex scrive:

    Non sono mai stata a Venezia. Mai, mannaggia. Eppure dopo aver visto le vostre foto mi è sembrato di respirarne l’atmosfera. Grazie

  10. Lisa scrive:

    Che invidia, che meraviglia, bravi!
    Lisa

  11. Sara scrive:

    belle belle belle!

  12. enza scrive:

    gli auguri li ho persi che sono tempi strani e un tantinello tristi.
    venezia è stata la mia città in un’altra vita e davvero something strange has happened in ogni minuto passato in questa misteriosa città.
    detto questo gli auguri ad una calicanta su due te li faccio lo stesso anche se in ritardo.
    spero che il secondo calicanto non si sia portato il maglione vagheggiando di freddo
    la terza calicanta si mangia le mani e anche io con lei, ma che ce frega de venezia noi ci avemo…ponte milvio.
    si vabbè in ginocchio sui cec e dietro la lavagna.

  13. Reb scrive:

    Calynta, vogliamo vederti con lo smalto sulle unghie dei piedi :); il resto, è color fatato, quasi quasi siete riusciti a farmi far pace con Venezia!

  14. graziella scrive:

    Venezia vista attraverso i vostri occhi sembra più bella,piena di ricordi ed emozioni: “signora che bella puta ,è la sua mamma”” mi dicevano quando ti portavo a spasso nella cesta tra un vaporetto e un approdo, oppure sulle spalle di zio G. in una uggiosa giornata autunnale! Adesso ti ho abbracciata da donna a donna in quella Sicilia che tanto ami e ti accoglie con tutto il suo amore materno.Ancora buon compleanno datutti noi.