cetriolini in vetro

Ad occhio questa deve essere la settimana barattoli, dei barattoli e dell’autarchia. Sì perché dopo aver messo mano allo zenzero candito che, anche noi come Azabel avevamo fino ad ora comprato (carissimo!) alle fiere e in qualche verduraio eco-chic, abbiamo finito per darci pure ai cetriolini.
E qui sono due anime che si incontrano, quella asburgica e quella francese, come dire che sia in Alto Adige nei taglieri di Speck e Kaminwurze che in Francia ad accompagnare paté e terrine di questi cetriolini abbiamo fatto lunga esperienza. Ma di farli a casa, fino ad ora, nemmeno l’idea. Poi andando al mercato, li vedi e sembra semplice, costano poco e nel cestino ti includono pure le spiegazioni. Dunque abbiamo provato ed in effetti è stato facile, poi per capire se sono “quelli giusti” ci vorrà ancora qualche settimana…

La ricetta

Ingredienti (a occhio)
cetriolini piccoli e sodi
sale grosso
aceto di vino bianco
spezie (noi abbiamo messo semi di coriandolo e pepe di Sichuan)

Lavare velocemente i cetriolini per togliere la pellicina, asciugarli molto bene e sistemarli in un recipiente largo possibilmente di vetro (non di metallo) ben coperti a strati di sale grosso. Lasciarli così per 10 ore in modo che facciano l’acqua. Trascorso il tempo, asciugarli del sale, sistemarli nei barattoli premendoli in poco ma senza intaccarli, aggiungere le spezie e coprire di aceto.

maite

7 Commenti a “cetriolini in vetro”

  1. roclafamilia scrive:

    Helpful blog, bookmarked the website with hopes to read more!

  2. agri scrive:

    a me piacciono moltissimo quelli polacchi!
    questi li accompagnerei con quei probusti di qualche giorno fa e che mi sono rimasti impressi nella memoria

  3. franca scrive:

    Seguo questo blog da poco tempo, però è già tra i miei preferiti. Adoro i cetrioli in tutti i modi.
    Ho vissuto per qualche mese a marsiglia e ne ho fatto indigestione. Grazie, sicuramente questo we cerco di fare la prova.

  4. Azabel scrive:

    Urca! Il problema è trovare i cetriolini… dovrò corrompere la mia contadina preferita, sempre che i cetriolini siano veramente dei cetrioli poco cresciuti e non una varietà a parte. Devo informarmi!

  5. Orsy scrive:

    Ma che buonooo ma che buonooo ma che buonooo!!

    Piacere di conoscerti:)

    Abbiamo un dolcetto anche noi per te :)
    http://www.whitedarkmilkchocolate.blogspot.com

  6. [...] la cucina di calycanthus: cetriolini in vetro Ti piace? [...]

  7. Alex scrive:

    La mia nonna tedesca li faceva sempre, in quantità industriali. E la prima cosa che facevamo quando arrivavamo da Roma era scendere in cantina e aprirne un barattolo (oltre a scoprire quali torte avesse preparato per noi! io amavo quella di uva spina). Mi avete fatto venir voglia di farli