zuppa country di sedanorapa e gorgonzola

Un’amica cara e molto, molto romana qualche giorno fa si chiedeva se il sedano fosse figlio del sedano-rapa, o meglio se sedano-rapa fosse il nome completo del sedano, insomma se i due non fossero assolutamente e del tutto la stessa identica cosa. Al mattino su FB minacciava persino di rimettere in discussione se stessa e le sue certezze se avesse dovuto scoprire che tra i due non esisteva una relazione chiara e certa di identità. è inutile dire che qualche cosina in fatto di botanica ortagiffera, la nostra Betta ha dovuto rivederla. Così per convincerla che il sedano-rapa, per quanto brutto (poveraccio…), è un ortaggio domestico abbiamo messo in pentola una zuppa semplicissima, cremosa e decisamente aromatica.

La ricetta

Betta: prendi un sedano rapa, lo pulisci bene, gli togli le foglie (le più tenere se vuoi le puoi conservare per metterle in pentola), lo sbucci e scavi un poco la parte bassa dove ci sono le radicette. Lo tagli a pezzettoni (senza indugiare troppo che altrimenti scurisce) e lo rosoli in una pentola alta con 4 cucchiai di olio extravergine di oliva, mescoli per qualche minuto poi aggiungi 4 patate di media grandezza anch’esse pulite e tagliate a pezzetti, copri di acqua e lascia andare a fuoco dolce dolce, aggiungendo se necessario poca acqua alla volta (sempre calda!). Quando il tutto sarà molto tenero, immergi il minipimer e frulli per avere una bella crema vellutata, assaggi di sale (ma ti tieni bassa!) e cuoci un altro poco. Dopo una decina di minuti aggiungi il gorgonzola (di quello compatto e piccante) nella proporzione che preferisci (ma calcola almeno un 50 g a testa), mescoli bene, spegni il fuoco e lasci coperto fino al momento di servire con una spolverata di pepe nero.

22 Commenti a “zuppa country di sedanorapa e gorgonzola”

  1. nell’intervista dite che postate tutto querllo che mangiate giornalmente, o almeno quasi, cmq sia..
    mi domando: ma come fate a mangiare così bene senza prendere un gramno?
    se dovessi postare una ipotetitca zuppa con gorgonzola, per il prossimo post dovrei mettere acqua, alloro e fettina di limone..

    on air: belle voci veramente.. siete radiogeniche.. ;)
    si dice?

    vabeh..
    m’avete capito..:))

    il sedano rapa.. ora me lo cerco a Ballarò..
    chissà che mi rispondono..

    temo il linciaggio..
    ;)

    vale

  2. maite scrive:

    @valentina: eh, in effetti è uno sporco lavoro e di grammi ne prendiamo più di qualche, l’acqua bollita cmq è sempre una risorsa.
    Temo che a Ballarò farai un po’ fatica, sono cose che in Sicilia non ho visto mai, robe nordiche insomma…
    grazie per i complimnti radiofonici, un abbraccio
    PS a febbraio dovrei essere sicula e sicuramente sarò anche a Caltagirone, non è che sarai da quelle parti?

  3. betta scrive:

    ma siete fantastiche voi!! Voi, signore che leggete il blog siate pure invidiose: mi hanno dedicato una meravigliosa ricetta!!! Anche perché me la sono pappata tutta… e anche se sono tre giorni che ho rimesso in discussione la mia vita visto che il sedano rapa è… oddio cos’è? una radice? un tubero-radice? un nonlosomavabenelostessotantomelomagnoequestoèlimportante?
    La verità è però che qui non si dimagrisce un grammo… ma siamo tutti più felici. grazie maitemarieeilfotografo!!! siete degli angeli. Ma lo sapete
    bisous

  4. maite,
    dimmi quando andrai, dovrei essere a roma a febbraio però se mi dici il periodo e sono qui ti raggiungo con piacere..
    mamma è stata la scorsa settimana, ha detto che era bellissima..
    la scala era un sogno..
    poi ha comprato della verdura meravigliosa..roba che anche a palermo ce la sognamo, un sapore diverso..antico !

    ( noi viviamo a palermo, andiamo spesso perchè la nostra “stirpe” è solo calatina :)

    attendo news..

    vale

  5. Sara scrive:

    adoro il sedano rapa e anche io a volte ne faccio zuppa, ma la variante con il gorgonzola mmmhhhh che bontà!
    non ci avevo mai pensato, per fortuna che voi calicanti ci suggerite queste variazioni sul tema.
    quasi quasi scappo dall’ufficio e compro un bel sedano rapa :-)

  6. @maite
    sarò a roma il 19 e 20 feb.
    devo vedere due mostre, assolutamente.
    il sabato è un caos, oddio potremmo incontrarci anche di mattina..
    io atterro a fiumicino per le 8.30, salvo ritardi.

    tu da che parti stai?

    io alloggio a largo argentina, a piazza mattei precisamente.
    farò un tour de force.

    sabato pomeriggio sarò dalle parti dell’ara pacis per chagall e credo in mattinata, tempo permettendo, vorrei vedere van gogh.

    domenica mattina dovrei avere un appuntamento e poi in serata riparto per palermo.

    che ne dici?
    ce la facciamo per il caffè ?

    ti mando per mail il mio cell ?!

    :))

  7. le rocher scrive:

    Buona con il gorgonzola piccante!!!

  8. Mademoiselle Manuchka scrive:

    wonderful :)

  9. Mademoiselle Manuchka scrive:

    the last try

    insomma, tre volte l’ho scritto e tre volte s’é smarrito..
    ma quello che non si smarrirà sono le vostre voci calde e super sexy..
    m’é venuta la pelle ascoltando la trasmissione
    bisous piccole iene col mestolo :)

    provo a pubblicarlo qui, perché di là non me lo pubblica..

  10. betta scrive:

    ma il commento mio non lo avete pubblicato? era brutto? :((

  11. betta scrive:

    e invece questo sì? che cosa curiosa… boh… beh, comunque intanto… siete delle dee e io sono una raperonzola un po’ sellerona… e la zuppa è buonissima e seguirò tutte le istruzioni, giuro prometto e giuro!

  12. maite scrive:

    COMUNICAZIONE DI SERVIZIO: sembra che ci siano problemi con i commenti nel senso che alcuni spariscono, non prendetelo assolutamente come un fatto personale deve essere solo il server (boh?!!?) che ha fame e ne sbocconcella qualcuno… cerchiamo di capire e di rimmetterlo in riga!
    PS a proposito di righe, se qualcuno ha in mano il Venerdì di ieri trova alcune righe di Gianni Mura sui nostri libretti.

  13. enza scrive:

    sono una testa di rapa (senza sedano) mi son ripromessa di prendere il venerdì e invece me ne son ricordata tardi.
    io ci vedrei bene dei crostini di pane nero
    evviva i carboidrati e il sedano rapa e le amiche.

  14. Symposion scrive:

    altro che country! fantastica zuppa :)

  15. flavia scrive:

    Evviva calicanthe! avevo comprato un sedano rapa l’altro giorno a campo dei fiori pensando di farci la solita insalatina col parmigiano, ma ora mi schiudete un luminoso nuovo orizzonte, e in più mi avanza un tocco di gorgonzola di pecora italiano, tipo versione nostrana del roquefort. non posso stare due giorni senza leggervi che mi riempite di sorprese…con animo grato…

  16. Luisa scrive:

    Ricetta stupenda. Ciao Luisa

  17. cristina scrive:

    fatta in ufficio, sbafata tutta. oltre al gorgonzola abbiamo messo qualche dadino di pancetta abbrustolita, era in frigo che potevamo fà?

  18. Lùcia scrive:

    Fatto stasera in versione modificata: so confortable!! Al supermercato vedevano in offerta sedano rapa, carote, cipolle e un’altra roba simile a una grossa rapa arancio-violetto che qui a londra si chiama swede (wikipedia traduce rutabaga, vi dice nulla??). Ho usato i due tipi di rapa cotti in acqua e latte, e rifinito con taleggio ed erba cipollina. Che cosa buona!!!

  19. [...] un po’ di blog in arretrato, chi non mi tira fuori il sedano rapa se non addirittura la cucina di calycanthus? Insomma, mica gli ultimi arrivati. Prendo nota e modifico con quanto ho in casa: per la mia [...]

  20. [...] sprechi…) e “peggio” si replicheranno ancora. Tra queste rientra indubbiamente una zuppetta definita country per via della velocità di esecuzione e per una certa aria campagnola, ruvida, quasi alla Gordon [...]