mercati di Barcellona. La Boqueria

“Certo, cucinare, come governare, implica la capacità di prevedere. La premeditazione è consustanziale all’arte dei fornelli come lo è al potere. In materia culinaria, questa premeditazione si chiama andare al mercato.”
(Irène Frain, La felicità di far l’amore in cucina e viceversa. Riflessioni su sesso, cucina e letteratura, Ponte alle grazie, Milano 2004)

Di tutti i mercati di Barcellona la Boqueria è certamente il più famoso, il più visitato, il più fotografato, persino dalle propagini più “audaci” di quelle orde turistiche che della città percorrono e conoscono solo le ramblas o poco più. Ma questo volto un po’ per tutti non impedisce alla Boqueria di essere un mercato autentico, vivo e bellissimo, traboccante di ogni meraviglia… pesci, crostacei, carni e salsicce, prosciutti naturalmente, ma anche semenze, erbe aromatiche, verdura e frutta di ogni latitudine, funghi freschi (in questa stagione) e secchi, e poi fois di anatre francesi e catalane, insomma qui c’è tutto…e tanto… e bello… e buono!
Fare la spesa alla Boqueria è un’esperienza assoluta, di quelle che rischiano di far girare la testa se è vero (e lo è) che è uno dei più bei mercati al mondo dove la premeditazione, che anima ogni visita al mercato, rischia addirittura di confondersi..

(tutte le foto sono di maite, che già da tempo annuncia di voler scambiare i ruoli con il fotografo… Sembra quasi arrivato il momento. )

maite e il fotografo

1 Commento a “mercati di Barcellona. La Boqueria”

  1. [...] Boqueria? Dove compra? Dove si ferma a mangiare un boccone? Entrando nel mercato di Sant Josep (La Boqueria) si ha effettivamente l’impressione di entrare nel mercato dei mercati. I banchi in prossimità [...]