involtini di graziella

Questi involtini sono più conosciuti con il nome di “involtini alla messinese”, ma poiché ogni famiglia segue denominazioni proprie che inseguono le specializzazioni personali, questi involtini sono noti (nella famiglia di maite) come involtini di zia Graziella. In questa versione “sofisticata” che utilizza fettine molto sottili e piccoline, gli involtini sono anche spiedini: più facili da cucinare (e da servire) oltre che più carini!

Ingredienti:
lonza di maiale o in alternativa fesa di vitello (calcolare circa 100g a testa)
pecorino siciliano tenero (o in mancanza: provolone dolce)
cipolla bianca o cipollotto tenero
burro fuso
foglie di alloro
pangrattato e parmigiano
sale e pepe

Arrottolore le fettine di carne attorno a un pezzettino di formaggio e a due o tre spicchietti di cipolla (l’involtino deve risultare mini: non più lungo di un dito, circa 7 cm). Infilare gli involtini su degli spiedini alternando delle foglie di alloro e volendo qualche spicchio di cipolla. Passare gli spiedini nel burro fuso, poi nel pangrattato mescolato al parmigiano. Condire con sale e pepe e abbrustolire velcemente sul barbecue o sotto il grill del forno.

In bocca al lupo zia graziella!

maite

Comments are closed.