tortino di alici

Se le sardine sono in pericolo d’estinzione allora forse anche questa ricetta, a base delle sorelle minori, le alici, rischia di diventare una delizia del passato.
La ricetta è semplice ma richiede pazienza e perizia nella pulitura del pesce. A volte però si trovano già pulite. Il fotografo portava tutti i suoi amici ad un mercato di barcellona di cui abbiamo parlato ad ammirare una pescaderina con degli occhialetti quadrati che preparava montagne di alici solo con le dita e senza neanche guardare.

Pulire bene le alici tagliando la testa, levando la lisca e aprendole in due, a libretto, conservando la coda.
Passare le alici pulite nell’olio e poi in una mistura composta di due parti di pan grattato e una parte di pecorino grattigiato.
Richiudere le alici così impanate e sistemarle in una pirofila con olio alternando con fettine di limone.
Cuocere in forno già caldo per circa venti minuti ad una temperatura media. 

maite

 

5 Commenti a “tortino di alici”

  1. gatto goloso scrive:

    Buonissime le alici, peccato che fra un po’ se ne andranno anche loro :-(
    Però non sapendolo, quest’estate me ne sono portata a casa dal mare 2 kg… in qualche modo le devo usare no?? E la tua mi sembra davvero un’ottima idea!
    :-)

  2. giulia scrive:

    Mmm… E se invece avessi soltanto sarde – le alici non le trovo quasi mai – vien buono uguale?

    • maite scrive:

      certo anche sarde, ma non grandi e magari irrorare con un po’ di succo di limone perché ammorbidisca le carni in cottura. Facci sapere.

  3. [...] classe non è acqua, il tortino di alici dei Calycanthi è [...]

  4. Giovanni andreacchio scrive:

    Trionfo della semplicità
    Questo e ciò che ci rende grandi
    Pochi buoni ingredienti un po’ di pazienza e fantasia
    E si presenta un piatto semplice buonissimo e meraviglioso
    a vedersi. sono un cuoco autodidatta che ama cucinare con pochi
    Ingredienti e cotture veloci e questo piatto e’ in linea con la mia
    filosofia.
    Bellissimo complimenti, giù il cappello!