sfoglie di pasta fillo al pomodoro

L’idea ci frullava in testa già da un po’: perché non provare a condirla la pasta fillo, visto che è tanto versatile? perché non provare a colorarla, visto che è così carina? 
Dall’idea alla pratica però, c’è un passo che per un po’ abbiamo rimandato: chissà se tiene, chissà se non diventa troppo umida e molliccia, e poi soprattutto c’era sempre qualche cosa d’altro da fare, da provare in cucina…
Finché sul sito di un cuoco andaluso, come accompagnamento a un gaspacho, non è spuntata proprio lei, la pasta fillo condita, e proprio al pomodoro (con in più il peperoncino) come avremmo voluto provare. E dunque senza più esitazioni si siamo lanciati.
Il risultato è decisamente carino, e non solo… tanto che ne è venuta fuori un’idea per rieditare un grande classico, ma questo è per domani…

maite

4 Commenti a “sfoglie di pasta fillo al pomodoro”

  1. Sere scrive:

    E ma non valeeee… ed il procedimento per la colorazione di queste meravigliose sfogliette??? Cos’è un indovinello la ricetta di domani???
    Un abbraccio ragazzi!

  2. Maite scrive:

    Sì, sì… domani! ma si accettano scommesse…
    un abbraccio a te, cara sere

  3. Michelangelo scrive:

    eh sì, ora sono curioso di vedere il secondo tempo del film…a domani!

  4. [...] ceduto alla tentazione di dedicare nuovamente un post a questa specie di finta invenzione di cui avevamo già parlato in estate, ovvero la pasta fillo usata in termini materici, è perché con Fausto Melotti ci stava [...]