di torte di mele, di canederli, di due nuovi libri e di un contest tutto particolare

Ci siamo, anzi ci risiamo!
E anche quest’anno, come era stato l’anno scorso, la genesi, la gestazione e soprattutto l’attesa hanno rischiato di mangiarci vivi. 
Ma non è un’emozione che si impara sta cosa qui?
 Macché!
L’uscita di un libro, anzi di due (che noi sempre parti gemellari, se no che gusto c’è…) ci lavora ai fianchi e pure alle budella, perché quelle ricettine lì, le hai pensate, le hai cucinate (più e più volte in certi casi), le hai dotate di piattino, scodellina, alzatina, tovagliolo, pentolina e pentolaccia, hai scelto forchettine, cucchiaini, strofinacci, mestoloni, fili di lana e borse di stoffa, le hai illuminate, fotografate, ri-fotografate, ri-cucinate, ri-collocate e infine mangiate! Insomma sono parte di te, letteralmente.
Dunque siamo emozionati, esattamente come l’anno scorso, per di più esattamente a novembre proprio come l’anno scorso.
Quest’anno però non ci giostriamo sul regionale (anche se qualcosa bolle lentamente in pentola), bensì sul monografico: scelto un tema (culinario off course) l’abbiamo sviscerato, una ricetta alla volta, per 28 ricette, 28 perline, infilate una alla volta che fanno un librino-collana. 
-Variazioni golose- è il titolo generale della collana di Guido Tommasi editore, noi ci siamo esercitati in torte di mele e canederli, cosette calde e confortevoli che cascano bene all’inizio del mese forse più faticoso dell’anno…

A proposito di fatica e fatiche veniamo al contest che avremmo voglia di intitolare “salvate la testa di un povero redattore!” Succede infatti che proprio lì dove con professionalità e sollecitudine ci si impegna a curare grafica, contenuti, stampa, a circondare di attenzioni impaginati e bozze, a vedere e ri-vedere, controllare e ri-controllare, proprio lì si annidi subdola la svista. Così nel libro dei canederli (peraltro il più amato da noi e dalla redazione!) tra il pdf consegnato e quello stampato una foto è scomparsa e una si è duplicata, colpa pure di un’ambiguità semantica che segnalava lo stesso ingrediente base in due diverse versioni…
Aiuto! E adesso?
Molti, moltissimi (!) editori avrebbero detto semplicemente “e chi se ne…”, o meglio molti, moltissimi editori semplicemente non avrebbero detto nulla. E invece Guido Tommasi dopo aver meditato di ritirare tutte le copie in uscita (ma veramente è il caso di mandare al macero migliaia di copie per una foto??? Questione di costi, ma pure questione di carta e pure questione di salute psichica degli autori…) ha pensato di farci sopra un contest.
Cioè?
Allora, è facilissimo: scovate la foto ripetuta lì dove non è al suo posto, leggete bene la ricetta lì a fianco (lei è giusta!) e provate a sostituirla! Attenzione perché non deve trattarsi necessariamente di fotografia fotografica, potete pure disegnare, descrivere, raccontare, dilettarvi di grafica, insomma un po’ quel che vi pare.
E cosa si vince?

L’insindacabile giudizio di Guido Tommasi in persona e personalmente premierà le 3 interpretazioni che gli saranno garbate di più:
- al terzo classificato: il libro Torte di mele
- al secondo classificato: a scelta La cucina siciliana o La cucina toscana
- al primo classificato: a scelta La cucina siciliana o La cucina toscana + la prenotazione del prossimo nostro libro in uscita (sorpresa!?)
e poi non si può mai dire… e se alla seconda ristampa ci finisse proprio la vostra “foto” al posto di quella mancante?
C’è tempo fino al 31 dicembre 2011 e non serve assolutamente avere un proprio blog, basta una mail.

61 Commenti a “di torte di mele, di canederli, di due nuovi libri e di un contest tutto particolare”

  1. betta scrive:

    brave, complimenti!!! :)))

  2. Diletta scrive:

    Bravissimissimi…as usual!!!!
    E bravo anche a Guido Tommasi per l’originalità delle sue pensate!

    Un sorriso doppio,
    D.

  3. Alex scrive:

    Che belli, ragazzi, complimenti! E ovviamente quello delle torte di mele mi commuove anche un po’. Un abbraccio e un grande in bocca al lupo a questi due gemelli :-)

  4. lydia scrive:

    Io raramente partecipo ai contest, ma per questo corro a prepararmi, prima però devo comprare i libri.
    Bacioni sparsi, con dedica… ;-))

  5. maricler scrive:

    Lydia, io di più :) Non partecipo ai contest e il nostro è un blog senza ricette ma in questo caso parteciperò senz’altro – anche se ho già i vostri libri “regionali” e domani mi accaparro i nuovi :P Ma per voi e quello splendido editore questo e altro!
    Bravi ragazzi, immagino la soddisfazione e vi mando un abbraccio!

  6. Vera scrive:

    Bellissimo contest e libri stupendi!!!!!
    Vera

  7. Irma scrive:

    Anche io non partecipo quasi mai ai contest, però questo è davvero intrigante! :))
    Oggi vado a cercare in libreria!

  8. Elvira scrive:

    Congratulazioni, e bravi, bravi, bravi!

  9. artemisia scrive:

    Non è una soluzione ma è un’associazione: il Gronchi rosa :))

    PS: complimenti e auguri.

  10. carola scrive:

    complimenti Calycanti, bella l’idea di convertire la svista in un contest ! un abbraccio:-))

  11. maite scrive:

    @betta: grazie!
    @Dile: sorrisi a tre (non denti, eh!?) a te
    @Alex: grazie! di tutto, a te, alla mamma, alla ricetta della Streusel che ci commuove pure a noi ancora un po’… aggiungo pure che la peonia che si intravvede era un regalo romanticoso (e raro…) del fotografo, dunque davvero la copertina delle mele ci tiene al caldo :)
    @Lydia: baci a te e giurin-giuretta questa volta ci impegniamo
    @maricler: grazie, però la prossima volta dal vivo!
    @Vera: grazie!
    @Irma: ancora grazie!
    @Elvira: grazie, e sappi che qui la speranza non è tramontata di vedersi /prima di Natale dobbiamo farcela/ per conoscere un certo pupetto magari con una fetta di torta di mele in mano
    @artemisia: eh speriamo che le “quotazioni” vadano di conseguenza ;) grazie per i complimenti e gli auguri
    @carola: un abbraccio a te

  12. sono senza parole..
    siete veramente l’essenza dell’arte in cucina..
    poco da aggiungere..
    complimenti..

    :**
    valuzza

  13. nina scrive:

    Ben arrivate ai canederli e alle tortedimele e pure a quella foto birichina che si vede ci stava così bene dentro al libro che ha fatto il dolcetto scherzetto!!
    un abbraccio festoso a voi, da una Nina redattrice che impazzisce spesso :)

  14. babs scrive:

    :) bene, ora mi precipito a sfogliarli finalmente! era da un pò che aspettavo l’uscita di queste due chicche :)
    complimenti, sempre e di cuore!
    b

  15. “Torte di mele”: sarà mio, contest o no!
    Guido Tommasi: proprio un furbacchione! ;)
    Calicanti: complimenti!

  16. sara scrive:

    bravissimi tutti e tre!
    non vedo l’ora di stringere tra le mani questi ultimi nati!!!!!

  17. M. scrive:

    La nobilitazione del canderlo è la più importante operazione culturale della storia d’Italia degli ultimi 150 anni. Meritate il cavalierato o, se preferite, l’intitolazione di una piazza in una città dello stivale a scelta.
    Le torte di mele, poi, so già che mi commuoveranno…

  18. agnese scrive:

    Ma vanno proprio le torte di mele adesso vero??? Anche dal Cavoletto di bruxelles ho visto che c’è una grande attenzione verso questo tipo di dolce. Cmq peccato per le stampe del vostro libro ma l’idea del contest mi sebra carina! un caro saluto e sono già curiosa di sapere quale sarà il vostro prossimo libro

  19. roberta cobrizo scrive:

    fiocco azzurro e fiocco rosa (ma il primo batte il secondo 1-0!). congratulazioni al trio trentino e all’escamotage di Tommasi.

  20. ilariaperlaria scrive:

    come si dice da queste parti: Ci Garba dimorto ;-)

  21. Magnifico, mi risolvete il problema di alcuni regali di Natale ;o)
    In bocca a tutto.
    F

  22. maite scrive:

    @Valuzza: troppo buona e troppo generosa.
    @Ninetta: baci a te anche in versione redattrice impazzita-spesso e sappi che stiamo pensando al minestrone per te!
    @babs: grazie, sei molto cara.
    @Lizzy: in effetti mi sa che le torte di mele si addicono molto bene al tuo breakfast
    @sarocchia: e noi di stringere te.
    @M.: ci fai rossi (e ci fai pure un poco ridere), però davvero il canederlo merita! lo difenderemo a spada tratta e soprattutto lo declineremo all’inverosimile (ti annuncio che ce n’è pure uno in brodo thai)
    @agnese: sì è vero, deve essere il fatto che le torte di mele sono quei classici che come diceva Calvino (dei lbri) non smettono mai di avere delle cose da dire. Abbiamo visto della raccolta di Sigrid quando già avevamo infornato le prime torte e la cosa non ha potuto che farci piacere: vuol dire che se c’è sintonia probabilmente l’idea è buona.. PS per il prossimo libro, qualche mese di pazienza (e di lavoro, ehm..)
    @cobrizo: mi sa che qui i fiocchi li amiamo tutti, dello stesso amore ;)
    @ilariaperlaria: come si dice dalle nostre: grazie!
    @fabrizio: crepi!

  23. Barbara scrive:

    Che belli ‘sti libri…li voglio!

    Bravi bravissimi ai Calicanti,

    B ^_^

  24. roberta cobrizo scrive:

    p.s.: intendevo che, in cuor mio, canederlo batte torta (non masculo contro femmina), eh! ;-) benvenuti ad entrambi, eccome.

    • maite scrive:

      ma certo lo so! del resto è pure anche un po’ questione di latitudine, anche se ora che mi ci fai pensare ci abbiamo messo dentro quasi di tutto ai canederli ma il radicchio trevigiano in effetti manca.

  25. MarinaV scrive:

    Complimenti ragazze, e complimenti all’editore, l’ha pensata proprio bella!
    Aspetto con ansia il prossimo :)

  26. Edda scrive:

    Ancora tantissimi auguri! Per me è sembra una bella notizia, un’altra occasione per tuffarmi nel vostro mondo.
    Un abbraccio forte e in bocca al lupissimo!

  27. caris scrive:

    cose meravigliose ragazzi! tanto lavoro e qualità! complimenti!

  28. sara scrive:

    uffffff non sono ancora arrivati nella mia libreria online preferita… uffffff ho solo potuto preordinarli! Va a finire che non riesco a partecipare al concorso ;-)

  29. Ilaria scrive:

    il bastimento è arrivato, FINALMENTE!!

  30. sara scrive:

    M. Teresa Di Marco “Torte di mele (Variazioni Golose)”
    Data di consegna prevista: 19 dicembre 2011 – 03 gennaio 2012
    M. Teresa Di Marco “Canederli (Variazioni Golose)”
    Data di consegna prevista: 19 dicembre 2011 – 03 gennaio 2012
    ….
    nooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooo

  31. Reb scrive:

    Arrivo tardi, ma arrivo.
    Grandi,senza se e senza ma. Eh!

  32. maite scrive:

    grazie ancora di cuore a tutti (con la mano emozionata che ieri i ho toccati fisicamente in libreria roveretana…)
    PS Sarocchia!!! ma come?? ma mi sa che agli Artigianelli ce li hanno! mannaggia… cmq siamo ottimisti magari arrivano il 16

  33. Marina scrive:

    Comprato! adesso però devo guardarlo bene perchè alla prima sfogliata non ho trovato l’errore… argh! è più difficile di quel che sembra :)

    PS: la competente commessa del mio librario di fiducia mi ha detto: questo mi piace molto, non so cucinare ma lo comprerò anch’io sono così belle (le torte!)
    Bacio

  34. che contest divertente! come trasformare un errore in qualcosa di originale! un bacione :)

  35. Milen@ scrive:

    I miei complimenti per i temi gustosi di questi libri che si preannunciano ricchi di spunti :D

  36. carla scrive:

    Tantissimi complimenti!

    già solo a veder la copertina si capisce che sono carinissimi :)
    appena vado in libreria mi fiono nel reparto Food a prenderli :)

    Buona domenica :)

  37. carla scrive:

    *fiondo cioà traduzione mi tuffo :)

  38. Francesca scrive:

    Bellissima idea quella del contest!! Succede anche ai/allemigliori! Poi Guido Tommasi Editore cura ogni libro in maniera eccelsa, quindi un errorino glielo perdoniamo sicuramente!
    Io nella tesi di laurea (per quante volte l’abbia riletta) dopo la discussione ho trovato ben 3 errori di grammatica e uno di impaginazione! E non se ne era accorta neanche la relatrice!Quindi tutto può essere.
    Vado subito a comprare il libro e proverò a scovare la ricetta e a provare a interpretarla!
    A presto

    • maite scrive:

      mi fai ricordare quanti e quanti errori nella tesi di laurea (e di dottorato), roba che siccome la sapevi a memoria gli occhi nemmeno più leggevano il foglio.

  39. guglielmo scrive:

    io mi sa ma mi sa che mi daro’ al libro delle torte di mele :P

  40. Luca scrive:

    Io non sono proprio uno chef, ma ho eseguito i canederli “tradizionali” allo speck con facilità e grande soddisfazione (persino della suocera).
    Il libretto poi è bello ed elegante come tutti i vostri.
    Riguardo alle torte di mele, Nonna Papera al vostro cospetto è un’apprendista!
    Bravi.

  41. Giuditta scrive:

    Ma che fantastica news Calycanthi! Splendidi, da mangiare con gli occhi, ovviamente…Bravi, bravi ancora bravi, non vedo l’ora di averli tutti e due tra le mani.
    Un abbraccio, Giuditta.

  42. Giuditta scrive:

    Si Maite, sarebbe proprio il caso. :-) Non so dove siate, al momento, ma io sono a Trento a studiare in questo periodo: ho lo scritto dell’esame di stato a metà dicembre. Quindi di solito dal lunedì al giovedì sera siamo entrambi qui, spero anche qualche fine settimana in futuro. Insomma, se sei/siete a Rovereto, magari ce la facciamo? Un abbraccio, intanto e ancora tanti complimenti.

  43. Micaela scrive:

    mentre friggo (oramai sono quasi carbonizzata) mi viene un desiderio: partecipare al contest anch’io … bravi!!!!!!!!!

  44. Rossella scrive:

    Un contest che più originale non si può.
    Appena vedo il libro (e l’ho già adocchiato giorni fa) mi lancio nell’impresa.Anche per solidarietà morale con gli autori e l’editore

  45. guglielmo scrive:

    solo per dirvi che ho provato la streusel ed e’ superlativa… solo ma perche’ cuocere cosi’ tanto la base che poi viene cotta ancora un’ora?

    • maite scrive:

      Guglielmo i complimenti per questa torta vanno ad Alex (http://fotoefornelli.com/) e alla sua mamma! Per la cottura del guscio in effetti è che il ripieno è molto e molto umido, se il guscio non è ben asciutto non tiene….

  46. guglielmo scrive:

    devo dire che in effetti, anche io ho pensato la stessa cosa, inoltre nonostante i 20minuti iniziali di cottura scarico, non si e’ bruciato e alla fine andava benissimo.

    ancora grazie a voi (e anche ad alex) per la ricetta

  47. [...] un pò ..oscuro! Quello che mi verrebbe da dire è che è un’ottima ragione per comprarlo, quel libro. Poco tempo dopo aver incontrato le calycanthi qui, complice un disinteressatissimo giro in [...]

  48. [...] valeva (metaforicamente) la testa di un redattore ed aveva tanto ma tanto a che fare con il nostro libretto sui canederli. Ebbene, dopo intensa e concentrata riflessione da parte nostra, ma soprattutto del nostro editore [...]

  49. nunzy scrive:

    sapete dirmi se si prevede una ristampa del libro “torte di mele”? non riesco a trovarlo da nessuna parte e mi hanno detto in molti che oltre alle buonissime ricette è fatto veramente bene. grazie!

    • maite scrive:

      Ciao, sì il libro è già in ristampa: dovrebbe arrivare a gennaio, aspettiamo tutti con impazienza :)