il latte

Il latte viene dalle mucche. Anzi a voler dire correttamente, come ci hanno recentemente insegnato, il latte viene dalle vacche… le mucche, quelle che fanno mhuuh, sono una cosa da bambini, solo una parola onomatopeica che non corrisponderebbe a nulla ma che di certo possiede un suono perfetto.
Che il latte lo facciano le mucche è dunque una verità infantile di quelle che abbiamo imparato a scuola, più che dalla mucca stessa, abituate (almeno Maite e Marie) a vedere il latte sempre al supermercato, dal droghiere, al massimo alla latteria, ma sempre confezionato, impacchettato, nascosto, oltre che pastorizzato, scremato, conservato…

Siamo dunque dovute arrivare alla soglia dell’età matura (NB il fotografo ha altre esperienze…) per provare l’ebrezza di scoprire che il latte si può spillare, che l’alimento esiste in purezza e in purezza può essere venduto e comprato, in città, vicino a casa, tutti i giorni, 24h su 24.
È con l’entusiasmo delle prime volte e dotati di bottiglie di vetro portate da casa che ci siamo avventurati dunque alla nostra prima “mungitura” al distributore, ecco come è andata…

il distributore in questione  ha una rassicurante struttura a casetta alpina, a differenza di altri “di pianura” più simili a pompe di benzina. La casetta ha anche un dispencer di bottiglie di plastica al costo di 2 cent l’una, e un pannello di consigli per il consumo e la conservazione del latte. Ma l’elemento più sorprendente è certamente lo sportellino metallico in cui collocare le bottiglie…

un piccolo antro metallizato che ogni volta che viene richiuso dopo l’utilizzo rimane avvolto da una antisettica nuvola di nebbia fredda, in cui la nostra bottiglia si è trovata incastonata al sicuro… e poi il latte, bianco, bianco e freddo pieno di schiuma da sembrare vivo, tanto che le istruzioni su come inclinare la bottiglia per evitare di farla montare le abbiamo deliberatamente disattese…

… insomma per un soldo il latte lo abbiamo munto anche noi ed è buono, profumato, freschissimo ed economico. 

Sull’esempio di Spilucchino segnaliamo anche noi la mappa delle mungiture in città
http://www.milkmaps.com/

maite, marie e il fotografo

8 Commenti a “il latte”

  1. Lory scrive:

    Ma il latte di gallina dove lo mettiamo? ;-)
    A parte gli scherzi,io posso “mungerlo” sia dalla macchina che dalla mucca vera ;-)
    Ma purtroppo aver dimenticato che sapore ha il latte “vero” ha reso la mia famiglia molto schizzinosa,nn riesco assolutamente a farlo apprezzare mi dicono che sa troppo di bestia !
    Mi avete fatto morire dal ridere..mhuuh ;-))

    P.S Il latte di gallina ovviamente esiste! ;-)

    Buona giornata!

  2. Ady scrive:

    Si si anche qui ce ne sono diversi, il latte è davvero buono buono, anche se per me un pò difficile da digerire, ma ai bimbi piace, il loro divertimento più grande è andare alla casetta con la grande mucca fuori e “mungerlo” da soli, qulache settimana fa ne ho fatto un paneer meraviglioso!
    Buona giornta cari!
    P.S. scusate il mio “monotematicismo” (si potrà dire boh!) ma se aggiungono dell’uvetta alle cipolle potrebbe assomigliare di più ad un chutney??? ;-*

  3. marie scrive:

    @ady, assolutamente si, l’uvetta ci sta sicuramente molto bene.
    Buona giornata a tutti.

  4. Virginia scrive:

    Ehi, ci dovete andar piano, perchè non riesco a starvi dietro! Sto ancora impazzendo per la zuppa di birra qui sotto. Parentesi: è da una vita che mi propongo di fare quella di vino, da servire coi crostini alla cannella e non l’ho ancora fatta. Chiusa parentesi.
    Sono contenta che pubblicizziate il latte crudo pure voi: più siamo e meglio è!
    Un bacio!

  5. Maite scrive:

    @Ady: è un’ottima idea e magari puoi aggiungere anche altra frutta secca con qualche parsimonia

    @Virginia: la zuppa di vino lo adoro! è in programma prestissimo…

  6. lugiandro scrive:

    e chi è il marito della vacca?

  7. Maite scrive:

    il vacco, naturalmente…

  8. Ale Roma scrive:

    Buono buono buono :) oltre che piu’ economico e certificato aiab.

    Sono un paio di mesi che compriamo il latte crudo a Roma.

    Lo consiglio a tutti.