satay babi

La settimana, si è capito, è su un’onda tutta etnica, esotica, a tratti un tantino fusion o, detta con un termine molto più carino, tutta mescolata. Perchè certo è bello il cibo della nonna, della zia e della mamma, è bello raccontarsi sempre le stesse favole alimentari, sapere sempre prima come va a finire e godere proprio del fatto che le cose restino uguali a loro stesse, ma è bello pure guardarsi intorno, sentire in bocca un sapore che prima non c’era, sposare cibi altri e magari pure altre mogli e altri buoi…
Battute a parte, questi spiedini qui sopra sono il secondo tempo della cena indonesiana di Silvia&Cori iniziata nel post di lunedì con il nasi goreng ed intervallata (o interrotta…) dall’incursione del canederlo thai fuoriscito dal nostro libretto.

I satay babi sono a base di carne di maiale (in Indonesia sì, si mangia), ma esistono pure di pollo. Hanno un gusto un po’ “laccato” per via della soia dolce e si mangiano con la tipicissima salsina di arachidi. La ricetta, come per il nasi goreng, è di Silvia, la scriviamo così come ce l’ha data.

Ingredienti:
carne di maiale (io ho usato 1 braciola a testa)

per marinare:
salsa di soia dolce come base
2 spicchi d’aglio
1 scalogno a fettine
1 cucchiaio di olio di oliva
1 cucchiaino di salsa di soia
1 cucchiaio di coriandolo (in semi)
2 cucchiaini di noce moscata in polvere
1 cucchiaino di cumino
1 cucchiaino di pepe macinato
1 cucchiaino di paprika

Preparare i cubetti di carne e marinarli per qualche ora, girandoli di tanto in tanto.
Si possono cuocere alla griglia o con il grill del forno (preriscaldato a 200°C).

Durante la cottura vanno bagnati con una miscela di salsa di soia dolce e lime e girati su ogni lato in modo che si caramellizzino.
Tempo di cottura circa 15 minuti (ma dipende dalla grandezza dei cubetti…)

Servire accompagnati con la salsa di soia dolce, lime e un po’ di peperoncino.

5 Commenti a “satay babi”

  1. martina scrive:

    Bello e belli pure i piattini.

  2. ma quanto mi piaccion queste cosine qui! così caramellate..la carne sembra quasi golosa. Se provo col pollo mi vengon bene ugualmente?

  3. estrellazul scrive:

    li porverò sicuramente, la miscela di quelle spezie è davvero interessante e per me nuova

  4. Gaia scrive:

    Son d’accordo sul fascino dell’esotico.

    Pensate, l’ultimo libro che ho letto, ambientato in India, alla fine, con mia somma sorpresa, aveva una decina di paginette con le ricette menzionate nella storia raccontata, i cui nomi incomprensibili mi ero già appuntata su un foglietto?!?!
    E ora sono lì che rimugino su quale eleggere a prima prova.
    Il fascino di culture lontane…

    baci