zucca in barattolo

Andare, venire, tornare. Così sali sul treno, scendi dal treno, abbracci valigie, borsette e sportine sempre a trasportare cose, ingombri e pure pensieri. Se poi ci si mette la neve, il freddo siberiano, il vento dei Carpazi ti avvolgi l’armadio addosso e tra sciarpe di lana e calzettoni polari nel viaggio avanza fuori il naso appena.
Ma partire vuol dire infine anche arrivare: trovare un barattolo che conserva, proprio lì, dietro la porta. E dentro che c’è? Le manine di Marie che ci hanno lavorato a Roma immaginadosi di stare in montagna, il calduccio della cucina in inverno, preparare, mettere via, conservare per la stagione che dovrà pure finire.

Certo però se lo inventassero il teletrasporto…

La ricetta è tratta dal bellissimo libro Le basi delle confetture edito da Guido Tommani che ci piace molto. Sfogliando abbiamo trovato la ricetta con la zucca.

Ingredienti

1 kg di zucca butternut, sbucciata e tagliata a cubi
500 g di zucchero cristallizzato
1 cucchiaio di cannella macinata
(Nella ricetta originale c’è anche un pizzico di filamenti di zafferano)

Mettete la zucca in una casseruola e cuocetela in acqua bollente finché diventa tenera. Passate la zcca al setaccio sopra un recipiente. Pesate la stessa quantità della purea di zucchero. Mettete la purea, lo zucchero, la cannella in ua casseruola e sciogliete lo zucchero a fuoco basso. Portate a ebollizione e cuocete mescolando per 30 minuti o finché la preparazione è densa e mantiene la sua forma quando se ne lascia cadere un po’ su un piatto freddo. ( Trucco: La composta può essere versata nella vaschetta del ghiccio; mettete in frigo finché è soda, poi servite con formaggio e biscotti). Versate la composta nei vasetti puliti, caldi e asciutti poi chiudete ermeticamente finché è calda. Etichettate e datate i vasetti.

Lasciat riposare in un luogo fresco al riparo della luce per due giorni prima di gustarla, poi consumatela in tre mesi.

6 Commenti a “zucca in barattolo”

  1. Claudia Annie scrive:

    che bontà, complimenti! un bacio :)

  2. Valentina scrive:

    meravigliosa!ma la vedi meglio x accompagnare il dolce o il salato?

    • marie scrive:

      noi l’abbiamo usata con quello stracchino stagionato, ma c’è anche chi lo usa come semplice marmellata dolce.

  3. Buongiorno Calycanti, trascrivo e metto in cima alla pila delle ricette da provare prima della fine dell’inverno, sempre che finisca… Il fotografo oggi ha superato se stesso, mica male una immagine che rievoca sia il gelo di questi giorni sia il calore del puro comfort food… WOW!

  4. elisa scrive:

    bonsoir,

    bien-sûr la recette est alléchante et la photographie du plus bel effet mais c’est votre assiette qui m’intéresse : superbe, blanche avec cette trace bleue où peut-on la trouver ? est-elle artisanale ? c’est maginifique
    merci d’avance pour votre réponse
    bien à vous
    elisa

    • maite scrive:

      bonsoir elisa, en effet l’assiette est très beau, on l’aime beaucoup aussi parce que c’est le cadeau d’une chère amie de Barcelonne. Je suppose qu’elle arrive de là-bas et je crois que surement elle est artisanalle.