polpettine di amaranto, pollo e noce moscata

 

Siamo fans dell’amaranto scoperto, come dicevamo, da poco e sotto casa (http://www.mandacaru.it/), e come spesso accade quando si scopre una cosa nuova lo metteremmo dappertutto. Così, dopo esserci cimentati con la zuppa, e in attesa di osare provare a farne pop corn, ci siamo lanciati sulle polpette. 
In questa prima versione all’amaranto abbiamo mescolato il pollo usato per un brodo, una patata per dare consistenza, poco latte per dare morbidezza, noce moscata e scalogno crudo per dare carattere, un uovo perché ci vuole.
Le polpettine sono venute spettacolari, ma soprattutto ci ha colti una specie di ebrezza creativa: con quante altre cose si possono impastare le polpette di amaranto?

Ricetta

Ingredienti
70 g di amaranto
70 g di pollo bollito e frullato
1 scalogno
1 patata
1/2 bicchiere di latte
1/2 cucchiaino di noce moscata
pangrattato a grana grossa
sale e pepe

Cuocere l’amaranto nel doppio del proprio volume di acqua leggermente salata per circa 20 minuti. Quindi spegnere e lasciar intiepidire, aggiungere la patata passata a setaccio, lo scalogno tritato finemente e amalgamare, quindi unire il pollo ammolato nel latte e infine l’uovo, la noce moscata, sale e pepe.
Formare con le mani bagnate delle palline, passarle nel pan grattato quindi friggerle in abbondante olio di semi ben caldo. Asciugare l’eccesso di olio con lo scottex, salare leggermente in superficie e mangiare.

Nota: la tazza in cui abbiamo mangiato le polpettine e il contenitore in legno dell’amaranto vengono come l’amaranto, dal mandacarù.

maite, marie e il fotografo

 

10 Commenti a “polpettine di amaranto, pollo e noce moscata”

  1. juliette c. scrive:

    Adesso viene fuori che sono la solita fufffarolina, ma devo dirlo: io ADORO le polpettine. Come genere, intendo. Anche se sono traditrici, va detto. Chè uno crede di mangiare un ‘tanticchia’ così e invece si cominci con una e vai avanti fino ad esaurimento.
    UN dubbio: ma il pollo frullato mi diventa come la pappetta dei pupi, per consitenza?

  2. caly scrive:

    @Juliette: traditrici e infingarde! ma buonissime però…
    il pollo lessato per il brodo, poi scolato, conservato in frigo privato della pelle e quindi spolpato e frullato aveva una consistenza piuttosto fissa, tanto che abbiamo aggiunto un goccio di latte… niente omogenizzato insomma…

    ti annuncio comunque ch abbiamo in programma altre sprimentazoni con le polpette e ti segnalo anche (visto che condividiamo questa perversione) le mini salsierine postate nella ricetta dl pesto di cavolo fiolaro, erano un po’ dedicate a te: so che mi capisci…

  3. juliette c. scrive:

    Caly, sono vicina a stillare lacrimucce sincere… ‘dedicate a me’ le salsierine??!!! e io che mi ero trattenuta dal manifestare una assai imbarazzante invidia!!!

    Comincio a pensare che dovremmo organizzare un miniatures-swap!

  4. caly scrive:

    volentieri, ma cos’é uno swap?

  5. juliette c. scrive:

    Una cosa fichissima (mai fatta peraltro, ma suona fichissima)!
    Un party swap! Tipo che ognuno arriva al party col suo bagaglio di robine smesse (o formine in disuso) e le scambia con quello che portano le altre. Perché è la novità che ci attira, no?

  6. caly scrive:

    ehm, sì… ma siamo anche terribimente “feticiste”… vuoi dire che dovrei scambiare le mie mini-alzatine?

  7. juliette c. scrive:

    (acc… forse se n’è accorta! e io che pensavo di poterla davvero trascinare nella mia trappola)
    ecco, brava! proprio a quelle pensavo. tesoro dammi retta, la bellezza deve diffondersi… circolare… non può restare impicciata sempre tra le stesse manine…

  8. caly scrive:

    dici, eh?

  9. [...] con un sapore leggermente tostato si presta a diventare polpetta, così dopo quelle al pollo, ci siamo dedicati a una versione più marina e già che eravamo in vena di sperimentazioni [...]

  10. Nina scrive:

    Ma che meraviglia!!Che ideona!!Rispondendo alla tua domanda “con quante altre cose si possono impastare le polpette di amaranto?” io le impasterei con il banale prosciutto, creando cosi un semplice antipasto a base di pollo. Complimenti per l’idea!