zuppa di castagne, porri e manzo affumicato

Che sarebbe stato un inverno di zuppe (e di mestoli) lo avevamo sospettato da un po’, tanto che il fotografo sta alacremente lavorando in queste ore (!) per raccoglierle insieme nel PDF di novembre, ma questa zuppa, pubblicata per ultima sul filo di lana, potrebbe guadagnarsi un titolo di merito quasi assoluto, merito della bontà delle castagne di Castione, dei porri della Val di Gresta e del manzo affumicato del Macellaio.
A tutto questo va aggiunto il merito di un po’ di pazienza, perché le castagne sono sì una risorsa mervigliosa di cui nel tempo si è perso il senso di grande versatilità ma, c’è da dirlo, un po’ di pazienza bisogna mettercerla, e un po’ di lavoro pure. La farina di castagne non è infatti la stessa cosa: quindi senza immaginare di andarle a raccogliere nel bosco, le castagne vanno comunque tagliate, bollite con anice e alloro, spellate e passate a setaccio… ma ne vale la pena!

Ricetta

Ingredienti
600 g di purea di castagne
3 porri
2 foglie di alloro
3 stelline di anice
manzo affumicato
olio extrvergine di oliva
1 cucchiaino di sale grosso
1 litro di brodo di carne
sale e pepe

Tagliare le castagne, metterle a bollire in acqua fredda con un po’ di sale grosso, l’alloro e l’anice stellato fino a quando le castagne non siano morbide quindi sbuccirle (da calde viene meglio), togliere la pelliccina e passare a setaccio.
Tagliare i porri a rondelle sottili, far appassire in poco olio extravergine di oliva quindi coprire con un paio di mestoli di brodo, far andare per una decina di minuti quindi unire la purea di castagne diluendo man mano con il brodo  e far cuocere il tutto per una ventina di minuti.
Al momento di servire aggiungere il mnazo affumicato tagliato a striscioline sottili.

Nota: il bicchiere di gres viene dal mercato altro del mandacarù

maite, marie e il fotografo

7 Commenti a “zuppa di castagne, porri e manzo affumicato”

  1. Astrofiammante scrive:

    una bellissima ricetta….spero di trovare ancora le castagne….ma in ogni caso, ho già in mente con cosa sostituirle…mi piace un sacco il tuo blog, complimenti e buona domenica!

  2. Astrofiammante scrive:

    scusa sono ancora io, avevo letto la ricetta e non l’introduzione….conosco le castagne di Castione e la val di gresta, ci siamo stati a metà ottobre appunto per le castagne e per gli ortaggi, patate in particolare…..ma ovviamente è già tutto finito….siete della zona? se sì, siete fortunati!!! ciao bis ;-))

  3. Ady scrive:

    Non ditelo a me.. che per fare la mia torta di castagne ci ho messo un sacco di tempo, prima sbuccia, poi sbollenta per togliere la pellicina poi cuoci, comunque il risultato e senz’altro meravilgioso, e la vostra zuppa cos’ dolce e vellutata deve stare benissimo con la ssapidità del manzo, scusate eh, ma io ho la fissa degli abbinamenti….
    Buona domenica, qui diluvia…:(((

  4. cobrizo scrive:

    adoro le castagne! se non fosse per la noia di pulirle… qualcuno mi ha detto che ne compra una scorta e le conserva in freezer. pare che riultino poi anche più facili da sbucciare. ne sapete di più?

  5. Anche io preferisco le castagne fresche (nonostante la
    manovalanza :-P) alla farina. Per chi bene vuole mangiare
    un po’ deve soffrire (credo di aver fatto un po’ di confusione
    con i proverbi …)
    per cobrizo: io le surgelo pelate, pronte
    da utilizzare alla giusta ispirazione!

  6. [...] di castagne, porri e manzo affumicato di La cucina di Clycanthus: questa zuppa, pubblicata per ultima sul filo di lana, potrebbe guadagnarsi un titolo di merito [...]

  7. [...] di castagne, porri e manzo affumicato di La cucina di Clycanthus: questa zuppa, pubblicata per ultima sul filo di lana, potrebbe guadagnarsi un titolo di merito [...]