ravioli aringa e patate

In transumanza sui monti in attesa di scendere a valle nuovamente (per lavorare alacremente a certi tozzetti e a certe ciambelline per una certa presentazione… venerdì…. notizie prestissimo!) un intermezzo impasta la pasta, tira la pasta, farcisci la pasta ci stava benissimo. Anche perché questa faccenda della pasta fresca “arricchita” di cui avevamo fatto una prima prova qui andava reiterata, e reiterata con ripieno.
Risultato buono, morbido, elastico, anche se non ho capito ancora se la quantità di uova sia giustificata da una differenza così sostanziale. Toccherà riprovare. Ancora.

Per la pasta:
12 tuorli + 1 uovo intero
400 g di farina 00
1 cucchiai di olio extravergine
sale q.b
(anche in questo caso come per i tagliolini l’abbiamo dimezzata con qualche difficoltà a calibrare il mezzo uovo intero, se siete preciserrimi pesate e dividete per due)

Per il ripieno:
400 g di patate
1 filetto di aringa affumicata
qualche rametto di aneto
poco pepe bianco

Per condire:
olio extravergine di oliva
scorza grattugiata di arancia

Per la pasta solito procedimento che prevede farina setacciata, fontana, poi uova, olio e sale. Incorporare poco per volta, poi lavorare con il palmo basso delle mani fino a ottenere un impasto elastico, liscio ed omogeneo. Avvolgere in pellicola e far riposare in frigo per almeno un’ora.
Per il ripieno: lessare le patate con la buccia, quindi spelarle ancra calde e schiacciarle con lo schiacciapatate o il passaverdura. Incorporare l’aringa sminuzzata nel mixer, quindi condire con aneto e pepe. Farcire i ravioli nella forma che più vi piace.
Una volta cotti condire con un olio extravergine di oliva e scorza grattata di arancia

4 Commenti a “ravioli aringa e patate”

  1. marcella scrive:

    Bella idea, ma il gusto dell’aringa non sarà un po’ troppo forte?
    Marcella

  2. sara scrive:

    spettacolari!!

  3. laura scrive:

    ma come fate, ma come vi vengono in mente queste cose?
    siete dei geni. vi seguo e vi adoro.