venerdì

scarica l’invito

Farina, burro, nocciole, pecorino e poi ancora farina, vino e zucchero… impasti, ciambelline e tozzetti… qui siamo già inzaccherate di bianco cercando di schivare una goccia e pure quell’altra di una pioggia che cade fitta fitta su Roma in queste ore.
Venerdì alla libreria del Palazzo delle Esposizioni presentiamo infatti il nostro libro di Cucina di Roma e del Lazio, a partire dalle 18.30. Ci saremo noi in carne ossa (e farina probabilmente…), ci sarà per chiacchierare John Vignola, ci saranno le donne di Giulianello e i loro canti assieme alla locale condotta slow food, ci sarà il nostro editore, ci saranno molti e molti amici che hanno cucinato e mangiato con noi lungo le pagine lunghe di questo libro.
Dunque se vi va, venite a festeggiare con noi!

venerdì 30 novembre
ore 18.30
alla Libreria del Palazzo delle Esposizioni
via Milano 15/17 Roma

9 Commenti a “venerdì”

  1. July scrive:

    C’è un premio per voi ….

  2. gaia scrive:

    In bocca al lupo e buoni inzaccheramenti!
    :-)

  3. marcella scrive:

    magari!

  4. Alessandra scrive:

    Che bello, non conosco bene la cucina romana, e devo dire che sono stata sorpresa a vedere la parola nocciole… chissà perche’ ho sempre pensato alle nocciole come ‘nordiche’ :-).

    Ciao
    Alessandra

    • maite scrive:

      ciao Alessandra! sì, le nocciole, anzi come si dice qui le nocchie, ci sono eccome, soprattutto nel viterbese che ha una campagnia bellissima. Finiscono nei tozzetti che sono biscottoni un po’ simili ai cantucci, di cui per domani stiamo preparando una versione rivisitata e salata con il pecorino, anzi scappo che c’è una montagna di cose da fare..

  5. Elvira scrive:

    spero tanto tanto tanto tanto che riusciremo a venire!!!!

  6. francesco da novara scrive:

    Voglio venire anch’io!

  7. mi sto perdendo il meglio di tutto .. :(
    conosco benissimo giulianello (oddio, si fa presto, non è new york!) e “quelli” della condotta slow food :) :)
    e poi ora che ci penso proprio io che ho il blog dal nome di frassichiana memoria (sigla di Indietro tutta) ho perso l’occasione per assaggiare “il panino di nino”? :) da entrare nei colmi! :) insomma cari calicanti, non è questo il luogo per esporvi le mie beghe, ma spero proprio di tornare presto padrona di me stessa e delle mie passioni e partecipare prima o poi dal vivo alle vostre performances..