biscotti animati

Tante volte ci è capitato su questo blog di rimanere indietro con le parole. Succede che le cose, le persone, le emozioni ti trascinino, giustamente, nel loro ritmo e così, tutti protesi nell’acchiappare il momento, tra preparativi ed azioni, ci ritroviamo poi a guardare le foto, uscite dalla macchina del fotografo, un po’ trasognati e imbabolati…
è successo, tanto per cambiare, nel week end passato a Rovereto, trascorso ad animare biscotti, sospendere pecore danzanti, disegnare armadilli, pinguini, camaleonti, stambecchi e pure qualche pulcinella di mare, perché se c’è abbastanza pasta… c’è posto per tutti!

Ma cominciamo con ordine, o quasi…
sabato assieme a Massimo Caccia, Giulia (Mirandola) e Elisa e Michele (di Adami-sciuss) abbiamo allestito una festa dedicata alla mostra delle illustrazioni di Massimo per il libro Ninna nanna per una pecorella (Topi pittori). C’erano i suoi disegni (bellissimi!), c’erano i nostri biscotti sagomati (più o meno…) sulle sue creature, c’era uno spazio un po’ speciale che sa ospitare, coinvolgere ed aggregare, un posto così diverso che davvero è difficile chiamarlo solo o semplicemente negozio.
C’erano anche i vini artigianali di Eugenio Rosi, c’era lui in persona e c’era la sua bimba con le treccine; c’erano i prodotti di Furchetta dalla Val di Funes, con la pecora con gli occhiali come protagonista.
E noi ci siamo goduti questa Ninna nanna che però teneva ben svegli, tra stelle di sablés (ricetta di Michel Roux, la trovate qui in versione alla calendula), disegni in diretta, buone emozioni e tanti, tanti amici.

E poi, e poi domenica a casa di Giulia ci siamo messi a disegnare. Un laboratorio per piccoli e meno piccoli animato sempre da Massimo che allestiva proprio lì un’altra piccola grande mostra dedicata ad un altro suo libro, sempre di animali, sempre per Topi pittori, C’è posto per tutti! appunto. E qui non c’erano più soltanto la pecoralla e la lupa (buona) dell’altra favola, ma tutto un bestiario fantastico che magicamente si incastrava in un’arca voluminosa e minuziosa.  Elefanti, lemuri, bradipi, canguri, aironi e formichieri, poi tartarughe, farfalle e rinoceronti che son diventati disegni di manine diverse, poi figure ritagliate e infine sagome per intagliare biscotti.
La pasta l’avevamo preparata prima (la frolla rinforzata che abbiamo messo a punto per le minne e che si piega come pongo sotto le dita), ma l’abbiamo stesa con l’aiuto di molte mani. Poi concentrazione e lingue tra i denti per inseguire i profili, infine il forno e un profumo che sapeva sempre più di biscotti…

Ci siamo divertiti da morire.

12 Commenti a “biscotti animati”

  1. maricler scrive:

    Quanto avrei voluto essere uno di quei bambini.
    Ma anche uno di quei biscotti sospesi :)

  2. micaela scrive:

    meraviglia!

  3. monica scrive:

    bello e buono!

  4. a scrive:

    s u p e r ! ! X-D

  5. Reb scrive:

    La tenerezza, la tenerezza che è la Maite in fotina..
    Come venir catapultati in una fiaba e lasciarsi andare. Ahhh.

  6. sonia scrive:

    Noi – adulti adultissimi, divertiti divertitissimi – abbiamo finito oggi, con un ultimo goloso morso, il nostro camaleonte!
    Bellissimo pomeriggio, grazie!
    s

  7. comidademama scrive:

    C’è posto per tutti e c’è stato posto anche per me.

    Avete il dono di rendere le cose che fate cose speciali.
    E avete incontrato, non a caso, persone con gli stessi megahertz.

    Bellissime, manco a dirlo, tutte le immagini che avete usato per raccontare queste due splendide mostre.

  8. italo turci +irma scrive:

    L’Arte è quella cosa che sa spiegare ciò che le parole non sanno fare
    L’Arte da emozioni che restano dentro di te e non esistono parole in
    grado di spiegarle

    Bellissima la serie di immagini che illustrano quanto l’Arte sia
    aggrgante

    A dei golosi come noi non è difficile sentire il profumo di quei dolci
    e l’aroma dei vini tutto frutto di lavoro non fatto con le mani ma con
    il cuore come pure i lavori di Massimo

    Un rimpianto lo abbiamo quello di non essere stati li

    UN APPLAUSO
    italo irma

    • maite scrive:

      e noi anche abbiamo rimpianto di non conoscervi di persona dopo queste parole. ma ci saranno, è sicuro, altre occasioni.