le margherite di Elena

che poi sarebbero le margherite di Stresa, ma per noi sono solo e soltamto i fiori-biscotto di Elena, ovvero Comida (de mama), perché anche qui le due cose vanno insieme…

e con questo inauguriamo la categoria -le ricette degli altri-, anche se non certo la pratica, visto che le ricette degli altri le pratichiamo da sempre, dall’inizio anzi, perché la cucina in fondo è essenzialmente questo: passaggi, prestiti, scambi e regali.

Dunque per la ricetta rimandiamo direttamente a lei, qui. Di nostro aggiungiamo solo che questi biscotti friabilissimi sono una droga, facili da fare sono tra i grandi tesori del nostro tempo tra la rete e la cucina (ma davvero sono quasi 5 anni?!??)

Poi visto che siamo diventati dipendenti dal clima edoardiano di Dowton Abbey (anche questo suggerimento prezioso di Elena-comida) abbiamo scelto certe tazzine fiorate e pure sbeccate che sarebbero state bene, così ci sembra, sul tavolo lungo della cucina tra le chiacchiere della signora Patmore, il signor Carson, Anna, Dasy, il signor Bates e la signora Huges…

5 Commenti a “le margherite di Elena”

  1. sonia scrive:

    Le ricette di Elena sono una garanzia e le vostre foto esaltano il risultato!

  2. comidademama scrive:

    Maite, la prima volta che ci siamo incontrate dal vivo, a forza di chiacchierare (ed eravamo a pochi cm dal forno!), bruciai un’intera infornata di margherite. Quella successiva andò meglio. Chissà se te lo ricordi.

    Sono felice che tu e Marie siate riuscite a farle. E come non essere felice di condividere con voi la passione per Downton Abbey. #teamcousinviolet :)
    (e grazie, Sonia!)
    (e già 5 anni?)

  3. giusi scrive:

    voglio provare entrambe le ricette, le margherite e gli spritz c… adoro i biscotti a colazione!!