croquetas

Il fotografo è a Barcellona, scappato domenica a pranzo tornerà, crediamo, mercoledì per cena o giovedì per colazione.
Era così tanto che mancava da quel suo luogo dell’anima che cominciava a diventare malinconico, così giusto per consolazione e contro il suo principio che vorrebbe rigido isolazionismo tra le sue patrie gastronomiche ci siamo lanciate in crocchette alla spagnola. Che poi sarebbero crocchette con base di besciamella.
Qualche dubbio in partenza lo avevavamo: si terrà sta roba? avrà un gusto troppo bambino? e invece… invece una meraviglia! ora l’idea è di impastarle con qualunque cosa capiti a tiro, baccalà, verdure e pure… pure… un qualche pezzetto di chorizo, magari e se, solo se, il fotografo si decidesse ad abdicare a quel suo increscioso principio  (“niente valigie, un solo cambio e la macchina fotografica!! non porto niente, ma proprio niente, sia chiaro!!!)

anzi a proposito, già che ci siamo, ricordati che mi hai promesso il tezo volume di Harry Potter e poi magari una tetilla, e pimientos de la vera e già che ci sei un tocchetto di sobrasada e l’ultimo numero di quella rivista di cucina che mi porti sempre…

La ricetta
La base è la besciamella, la nostra, presa dal libro delle Tapas, indicava 750 ml di latte per 40 g di farina 40 di burro e un cucchiaio di olio di semi ed è stata un po’ lunga ad addensare. Forse meglio, e la prossima volta ci proviamo, tornare alle dosi classiche di 500 ml di latte per 40 di burro e 40 di farina, il cucchiaio di olio di semi invece ci è sembrata una buona idea (la mia mamma in effetti la faceva solo all’olio) perchè rende il roux più facile da lavorare.
Dunque:
In un pentolino largo sciogliere il burro con l’olio, facendo attenzione che non scuirisca, unire la farina, mescolare con grande cura a fuoco bassissimo finchè non si sarà formata una pasta collosa ma uniforme. Aggiungere poco latte e stemperare, quindi in due volte il restante. Alzare la fiamma, portare a bollore mescolando sempre, quindi abbassare, salare e continuare a mescolare (attenzione agli angoli della pentola che tendono a condensare la farina e poi a bruciare!), quando la besciamella sarà densa a ufficienza spegnere, togliere dal fuoco e unire il ripieno per le crocchette, nel nostro caso 200 g di prosciutto cotto sfilettato piccolissimo.
Stendere la bescaiamella su un piano e lasciare riposare almeno due ore.
Con le mani bagnate fomare le crocchette, passarle prima nel pangrattato, poi nell’uovo sbattuto (per questa dose 2-3 uova) e di nuovo nel pangrattato.
Friggere in olio ben caldo, asciugare su carta e mangiare di corsa!

16 Commenti a “croquetas”

  1. marie scrive:

    ti prego fotografo, la tetilla pure per la rossina. :)

  2. Elvira scrive:

    Ragazze, fatemi capire: la besciamella è abbastanza de reggersi in forma? Deve essere come una polentina soda?

    Perchè quegli ovali devono essere perfetti e morbidissimi, e DEVONO essere fatti!

    • maite scrive:

      ecco Elvira, hai centrato il punto e pure la paura… noi eravamo un po’ scettiche ma ha tenuto! questioni fondamentali: besciamella densa (ma non proprio polentina) e riposo di almeno due ore, ma ha tenuto, altro se ha tenuto…

  3. Barbara scrive:

    Non so se riesco a resistere…

  4. sonia scrive:

    Invidio il fotografo, e vorrei queste croquetas sul mio tavolo!

  5. Simona scrive:

    sempre deliziose, belle e stuzzicanti! Piacciono a grandi e piccini! Un bacione

  6. barbaraT scrive:

    ma questa cosa delle crocchette di besciamella è una genialata pazzesca!!
    ma il riposo, una volta che la besciamella si è raffreddata, va fatto in frigorifero?
    devono essere una vera delizia!

    • maite scrive:

      niente frigo, ma stesa in piano è meglio (vassoio o piatto largo, o al limite la teglia del forno) e sì, sono una vera delizia.

  7. carlotta scrive:

    anche a me sembrano una meraviglia!! Avete mai letto le ricette/tapas di Paco Roncero??…io le adoro

  8. ilfotografo scrive:

    Mmm vedremo.
    Qui fa un freddo cane… altro che croquetas: cioccolate bollenti e dolcetti di convento per rinfrancarsi

  9. Luchino scrive:

    Novabbè una pura perdizione!

  10. beatrice scrive:

    queste croquetas sono interessantissima… io…quasi quasi domattina ci provo…se sono riuscita a friggere le palline di ricotta di pecora passate nel’ albume e nella farina di riso … dovrei riuscire anche con la besciamella.Voi potreste invece chiedere al fotografo se riuscisse a trovare una ricetta dei panelletes…?sono fantastici dolcetti di patata dolce albume e farina di mandorle..ma non ho mai trovato una vera ricetta…

  11. Twostella scrive:

    Questa sono sicura, conquisterà grandi e piccini! Messa in lista :-)

  12. Betulla scrive:

    Carissime Calycanti,
    Questa ricetta è bellissima, come il vostro sito! Siccome ho parlato della Besciamella sul mio blog (http://betullalba.blogspot.it/2013/03/besciamella.html)ho citato il vostre Crocchette linkate al post come ricettina curiosa che prima o poi farò!! Spero non vi dispiaccia…anzi se posso aggiungerei anche molto volentieri il vs sito ai miei “Girovagando nel WEB”.
    Buon Lavoro, a tutti e tre
    Betulla