pesto di spinaci crudi

Ecco, se poi proprio ve ne avanzasse qualche foglia di quegli spinaci di ieri, diciamo una tazza o giù di lì, non serve che li lessiate che infondo si mangerebbe assai poco ma così come stanno (giusto ben puliti) li mettete nel bicchierone del frullatore e aggiungete un poco di feta greca, ma anche se lo avete di caprino morbido. Bagnate con olio extravergine di oliva in quantità adeguata e ci condite la pasta, verde, verdissima pure lei per fare tiè a questo tempo di un grigio indifendibile.

La ricetta l’abbiamo già detta ed è tutta qua, solo un’idea per utilizzare a crudo gli spinaci che a me personalmente piacciono di più. Giusto due parole ancora per dire che al momento di mescolare con la pasta funziona bene la solita regola di aggiungere un poco di acqua di cottura (senza esagerare) per rendere tutto più scivoloso e morbido.

Da notare che le variabili poi possono essere infinite: metteteci due mandorle tostate se vi fa piacere, o scorza di limone per profumare, anche due pomodorini secchi sbriciolati sopra (se non avete usato formaggio forte però), insomma qui sopra ci si può giocare a piacere.s

7 Commenti a “pesto di spinaci crudi”

  1. Elvira scrive:

    “fare tiè a questo tempo di un grigio indifendibile”: non vi riconosco più!!! Siamo tutti meteoropatici, c’è poco da fare :)

    Giusto ieri sera mi sono dovuta trattenere dal sottrarre di bocca la cena a Daniele: crema di bietoline, robiola e parmigiano.

    Mi sa che la prossima spesa sarà dopo Pasqua, spero che gli spinaci mi aspettino, è una delle verdure di cui avrò più nostalgia, fino al prossimo inverno (vedi, ragiono già come se ne fossimo fuori :)

    Un abbraccio

    Elvira

  2. Gaia scrive:

    Quando il tempo è poco (e pure brutto) una piatto così semplice, veloce e pieno di vitamine è proprio quello che serve!

  3. Ila scrive:

    Grazie! Questo piatto bello e veloce mette allegria anche qui sui monti, dove il gelido mantello di Thor pare abbia rapito la primavera e ci costringe ad uscire intabarrati all’ inverosimile. Non se ne può più.

    Baci

  4. giusi scrive:

    la proveremo…