Gelatini variegati alla fragola, quasi Piper

Fa caldo e siamo in attesa. Il forno è diventato una specie di ripostiglio, anche i fuochi latitano e mangiamo freddo.
Son giorni strani in cui guardiamo alla luna (che la prossima sia quella buona per una certa bimba in arrivo?) e ripeschiamo dal congelatore il lavoro di qualche mese fa, perché con i libri siamo sempre al contrario, un po’ come le stagioni della moda, e così il nostro librino prossimo nato è in arrivo in libreria questa settimana, ma ha avuto una genesi di ghiaccio lungo l’inverno…
Qui sopra ce n’è una traccia, che in realtà rappresenta quello che è rimasto fuori, vale a dire una specie di Piper, gelato mitico nell’immaginario del fotografo che non abbiamo potuto inserire per mancanza di spazio (!). Lo mettiamo qui per riparar almeno in parte al torto che gli abbiamo fatto e consolare il fotografo, domani qualche dettaglio in più sul librino in arrivo…

La ricetta

Per 5 gelatini medi o 2-3 grandi
Tempo di preparazione 25 minuti
Tempo di raffreddamento 6-8 ore

150 g fragole circa (per circa 60 ml di succo)
40 g zucchero
1 cucchiaino succo di limone

140 ml di yogurt bianco intero
60 ml di panna fresca
50 ml di acqua
25 g zucchero

In un pentolino portate a bollore l’acqua con lo zucchero, quindi spegnete e tenete da parte.
Tagliate a pezzetti regolari le fragole, mescolate con lo zucchero e il succo di limone e scaldate il tutto in una casseruola; quando le fragole saranno sfatte frullate con il frullatore a immersione, quindi continuate la cottura mescolando regolarmente finché il composto non sarà sciropposo. Spegnete e lasciate raffreddare.
Amalgamate lo yogurt con la panna, unite lo sciroppo di zucchero ben raffreddato.
Una volta che anche il composto di fragola sarà freddo componete i gelatini: cominciate con uno strato di crema bianca, quindi continuate con uno strato più sottile di sciroppo di fragola e aiutandovi con la punta di un cucchiaino sporcate leggermente i bordi dello stampo, quindi versate un secondo strato di crema di yogurt e ripetete l’operazione, proseguite così fino a che avrete riempito interamente gli stampi. Completate con lo stecco e conservate in congelatore per 6-8 ore.

6 Commenti a “Gelatini variegati alla fragola, quasi Piper”

  1. Virginia scrive:

    dettagli, dettagli…

  2. daniela scrive:

    la macchinetta per il gelato è tutta agitata

    • maite scrive:

      ehm, in realtà può mettersi comoda: son tutti gelatini rigorosamente senza ausilio di gelatiera.

  3. Stefania scrive:

    In trepidante attesa delle news sul libricino, apprezzo moltissimo l’assenza della gelatiera che decisamente a me manca, però avrei una domandina…gli stampini dove li troviamo?