crostate

Eccoci ci risiamo! da qualche giorno è in libreria la nostra ultima creatura, un librino decisamente romantico e vistosamente da femmina (come direbbe il fotografo) tutto ma proprio tutto, interamente dedicato alle crostate.
Gli vogliamo un gran bene non solo perché è l’ultimo arrivato, perché è perfetto alla stagione e anche perché fa compagnia al libro sulle torte di mele, ma pure perché è fiorito e carico di promesse. Ci lavoravamo che era primavera, con Annina nella pancia e il tavolo, la casa e i giorni invasi dai fiori delicati di Nina e i fiori. Fiori piccoli, di giardino, di campo, di siepe capaci di fiorire pure a Roma, fiori spesso minimi e tenerissimi intrecciati alle pagine e alle crostate, senza artifici, senza rumore, con tutta la naturalezza di immaginarsi paesaggio.
In quei giorni abbiamo fatto di tutto una gran scorpacciata, oggi è bello tenere tutta quella primavera tra le mani.

A stretto giro partiamo poi per una “turnée ” in miniatura di presentazioni (con carrozzina e Nina al seguito):
sabato 2 novembre nel pomeriggio saremo a Rovereto, nel negozio Venturini (Via Mazzini 15)
Venerdì 15 novembre alle 19.00 saremo invece a Roma allo spazio Ottagoni Food (Via G. Mameli 9)
della radio e del nord est parliamo più avanti…

11 Commenti a “crostate”

  1. silvia scrive:

    la romagna aspetta voi. e nina e il libro.

  2. Gaia scrive:

    Bello!! buon tour.
    :-*

  3. Roberta scrive:

    Bellissimo! Affiancherà senz’altro nella mia cucina il vostro libro delle torte di mele… grazie!

  4. ila scrive:

    Lo sto sfogliando e sono davvero incantata. Le ricette sono deliziose e i fiori danno un tocco molto delicato e poetico.
    Grazie caly, ancora una volta ci avete fatto un regalo bellissimo.

  5. lorenza scrive:

    semplicemente meraviglioso!
    Lore

  6. angelo.s scrive:

    onirico
    A.

  7. cristina scrive:

    Che dire…nella gara di crostate, mi sono divertita. Ho promesso all’autrice che nel blog avrei lasciato commenti al mio passaggio…e ogni promessa va mantenuta.
    Ho già leggiucchiato il libro….e ci sono ricette che mi ispirano. Della crostata mi piace il maneggiare la pasta, obbligatoriamente con le mani, nè tanto nè poco.Mi piace pensare che ci sia del magico in questa trasformazione di cibi.Sono anche un’amante del fare marmellate..butto lì non è che magari un prossimo libro……
    grazie per la dedica.

    cristina

  8. annamaria scrive:

    Se il tour prevede la Sicilia, avvertitemi!
    dimenticavo, COMPLIMENTI!!!

  9. cristina scrive:

    A distanza di tempo, come mi augurava la dedica del libro ( ovvero di passare al fare) ho provato la crostata di Diletta …è venuta talis e qualis!!!!
    Bella da vedere e particolare da mangiare….domanda ma voi la confettura di amarene dove la trovate?

    un saluto cristina

    • maite scrive:

      Felice per la buona riuscita! per la confettura di amarene a Roma da Castroni, in zona Rovereto non saprei ma se la incontro sul mio cammino te lo segnalo! Suggerisco poi un inguacchio in mancanza di_ marmellata di ciliegie e sciroppo di amarene che si trova facilmente pure al Sait…