Crostate e Ottagoni

Riprendiamo il filo e promettiamo che quella che inizia con l’immancabile lunedì di trasferte, treni, valigie e passeggino sarà una settimana zuccherosa. Sarà infatti il clima, sarà dicembre che fa capolino, la luce che cala, il pomeriggio che cresce ma i dolci si intestardiscono a rimanerci in testa, oltre che in mano. Del resto c’è sempre una scusa, sempre una ragione: che sia la merenda del giovedì, la prima fame a colazione o un languore che persiste dopo cena si cercano dolcetti, biscotti, fette di qualcosa, purché dolce, rassicurante, ad alto tasso di felicità glicemica.
A ben guardare poi, questo clima dolce si può leggere chiaramente come l’impronta di quel pomeriggio (piovosissimo!) in cui presentavamo il nostro libro di Crostate con Emanuele Coen nello spazio di OttagoniFood a Trastevere (Roma). Sì perché accanto alle nostre parole, c’erano ben 14 crostate a sfidarsi in una gara partecipatissima, conclusa con il brivido di una vincita a parimerito.

Lo spazio, lo abbiamo detto, era quello di Ottagoni Food in via Mameli, che recentemente si è aperto a corsi di cucina, ma anche ad incontri ed eventi che hanno il cibo e la cucina come tema, come sentire. Dunque crostate, le nostre sul libro e le 14 in gara sul grande tavolo allestito con cura: foroshiki per avvolgerle, ultimi ritocchi e sguardi amorevoli (e pure impazienti) che le carezzavano. Il compito è stato difficile, almeno quanto lo era stato a Rovereto, per questo non abbiamo voluto essere sole nella giuria (!) e ci siamo tenute strette strette alla griglia di valutazione (voti da 1 a 5 per 4 caratteristiche declinate per ciascun assaggio). Alla fine la crostata di cioccolata e amarene ha vinto parimerito con la francesissima meringata al limone, mentre una profumatissima crostata di arance è arrivata seconda di un soffio.
La parte migliore, inutile dirlo, l’assaggio generale anche se a quel punto noi (e la giuria tutta…) eravamo schiantate

Un grazie di cuore ad Ottagoni-food, a Emanuele Coen, a Fabrizio e a tutti ma proprio tutti gli amici che sono venuti a esteggiare con noi. Un bacio speciale a Josephine.

8 Commenti a “Crostate e Ottagoni”

  1. Esperienza quasi stremante, ma i lavori sporchi bisogna pur farli. Aspetto la prossima chiamata alle armi.

  2. silvia pambianchi scrive:

    bellissime foto!
    serata piacevolissima, clima tanto orrido fuori quanto piacevole all’interno. Attesa,allegria,dolcezza hanno scaldato tutti noi. grazie a voi Maite e Marie
    e scusa piccola Annina se abbiamo per un pò allontanato da te la tua mamma.

  3. luciana scrive:

    purtroppo non potevo partecipare (abito a padova) ma per solidarietà ho fatto la crostata con la crema inglese all’arancio e cardamomo con peperoncino e pepe.
    diciamo che avrebbe potuto concorrere ma ce la siamo mangiata tutta.
    spero di potervi conoscere di persona e intanto vi frequento via blog.
    complimenti a tutti, cuoche e fotografo
    luciana

  4. luciana scrive:

    Vi aspetto con piacere!
    dite la verità che una crostata così vi ha intrigato…..
    luciana

  5. E’ stato un bellissimo pomeriggio, con gli adulti che si divertivano forse più dei bambini, il che non è poco. Un abbraccio e a presto,
    Giovanna

  6. Gaia scrive:

    fotografie meravigliose, come sempre :)