tortini di pont-l’évêque

Leziosi!

… pure un tantino viziosi e peccaminosi volendo dirla tutta, ma insomma lo avevamo promesso (a Virginia in particolare) che ci avremmo provato a farle quadrate le tortine di formaggio… eccole dunque in tre variazioni ma con la stessa base e lo stesso ripieno:

La ricetta

Ingredienti
3 forme di Pont l’évêque non troppo fatti
200 g di Fourme d’Ambert
baicoli (biscotti veneziani tipici)
biscotti alle mandorle piatti tipo crackers
1 tazzina di uvetta + un’altra per decorare
chicchi di melograno
mezzo bicchiere di passito di Pantelleria

Ammollare l’uvetta (una tazzina circa) nel passito per almeno 1 ora. Nel frattempo tagliare a metà le forme di Pont l’évêque tenendo la parte sopra un po’ meno spessa di quella sotto, e schiacciare il Fourme d’Ambert con la forchetta, quindi unire l’uvetta e ottenere una mousse omogena da conservare in frigo per un 20 minuti. Con questo composto farcire i pont l’évêque e ricomporli, quindi decorare secondo estro e fantasia…
Noi ne abbiamo mantenuto uno semplice, con solo 4 baicoli sui 4 lati e una stecca di pepe lungo sul nodo superiore, e due montate tipo charlotte con i biscotti sui lati (un po’ di farcia sul bordo aiuta a tenerli incollati!) e uvetta e chicchi di melograno sul “tetto”. 

maite

20 Commenti a “tortini di pont-l’évêque”

  1. marie scrive:

    Io ve lo dico… Maite riesce a stupire anche a me. Lei mi dice che queste idee le vengono in treno, ecco dovrò prenderlo più spesso. :) Buondì a tutti.

  2. Virginia scrive:

    MOSTRI!!! Siete dei mostri!!!
    Maite, cosa mangi a colazione????
    Marie, buongiorno anche a te!

  3. gunther scrive:

    Questo matrimonio tra formaggio francese e baicoli è veramente indovinato, certo che se i viaggi in treno danno questi risultati bisogna prenderli un po’più spesso. Foto magnifiche.

  4. Giovanna scrive:

    Ma che blog stupendo! Vi scopro solo oggi grazie a Virginia Spilucchina e tornerò spesso. Complimenti!

  5. marie scrive:

    @virginia, me lo sono chiesta anche io cosa mangiasse a colazione… :) spesso niente, a volte un biscottino mikado nel suo caffè, oppure una sfoglia di riso quando facciamo colazione insieme a Firenze.
    @gunther, hai proprio ragione, qui si deve prendere più treni…
    @giovanna, felicissime che ti piaccia e grazie a virginia che ti ha portato qui.

  6. Lucia scrive:

    Carissime Maite e Marie!!!…questo mio messaggio non riguarda il vostro ultimo post, ma non posso fare a meno di informarvi che…sono felicissima perchè ieri sono riuscita a trovare le CICERCHIE!!!! Un bellissimo sacchetto di cicerchie di Norcia, che mi sono portata a casa con estrema soddisfazione!!Le ho messe in ammollo e questa sera preparerò il V
    vostro Hummus!!! EVVIVA!!! Geìrazie per le vostre meravigliose ricette!!!

  7. Lucia scrive:

    Ops…scusatemi, ho scritto così di fretta e senza rileggere prima di inviare che ho disseminato il messaggio di errori di distrazione…

  8. MICHELA scrive:

    Veramente leziosi..mi segno anche le polpettine qui sotto.
    Siete veramente geniali.

  9. Sele scrive:

    Ma che belli!
    A me le ispirazioni vengono sotto la doccia…doccia in treno? mmmmmmm

    Buona giornata

  10. Elvira scrive:

    Treno o no, i vostri post non si sa da dove cominciare ad ammirarli, se dall’idea, dalla ricetta, dalla realizzazione o dalle foto. Sono sempre stupefacenti :)

  11. marie scrive:

    scusate… ma volte proprio sapere dov’è Maite ora? In treno ovviamente.. vediamo a cosa avrà pensato…

  12. Anna scrive:

    Adoro i formaggi francesi e questa nuova versione è da provare assolutamente. Complimenti per le foto e il blog.

  13. Virginia scrive:

    Ussignùr ancora in treno (parentesi: ma un bel trenino per Milano, no??? chiusa la parentesi)…
    Temo il peggio!!!!

  14. carla scrive:

    Ciao a tutta la squadra! Condivio in toto quello che ha scritto virginia!
    Siete bravissimi e con idee molto ma molto originali! Ma quante volte ve l’ho detto boh? Tante :)
    A parte queste torte che trovo di una raffinatezza unica…il post con i cannoli, broccoli e stracchino dove il broccolo sta al dito come un anello…beh che ve lo dico a fare…
    Siete spettacolari :)
    Scusate la domanda ma avete un ristorante o solo un blog di cucina?
    Pura curiosità femminile :)
    A presto carla

  15. alexandra scrive:

    oh mamma…il baicolo veneziano con i formaggi francesi…GENIALI!!!
    sarà che il biscotto è poco dolce, spesso snobbato, a volte quasi dimenticato…
    gli avete reso una degna (fantastica) “rinascita”…

  16. Maite scrive:

    eh, sì sì… alla fine sono scesa dal treno… ma altro che ispirazioni! questa volta: 1 ora e 10 di ritardo all’andata e 50 minuti di ritardo al ritorno, il che ha comportato perdita della coincidenza a Verona, un’ora al freddo e al gelo in una delle stazioni più squallide d’Italia (credo…)
    a parte questo, grazie grazie grazie anche per avermi accompagnata, almeno moralmente… e infine VIVA i baicoli!
    PS per Carla, ma che ristorante! già è abbastanza il blog… ehm…

  17. comidademama scrive:

    ecco, allora, caso mai mi si richieda l’ultimo desiderio ricordatemi questo post e versate un buon bicchiere di barbaresco

    spettacolare

  18. carla scrive:

    E allora scusate ehm ma…quelle cose che cucinate le mangiate tutte voi? :)
    Complimenti ;)
    Ma se uno vi dce di iniziare l’attività di ristoratori rinunciate essendo così bravi?
    Perchè la scartate questa idea?
    Troppo domande lo so perdonatemi…
    Ma quando ci sono dei talenti non riesco a trattenermi….

  19. caly scrive:

    sì sì Carla, tutte noi! e anche gli amici ovviamente….
    per la ristorazione…ehm… la vedo dura, a parte che litigheremmo tutto il tempo, soprattutto non è il nostro mestiere (ne abbiamo tutti, più o meno, almeno un altro… non sempre retribuito)

  20. francesco scrive:

    semplicemente peccaminosi! ..