la torta di ricotta

Lunedì, e pure capo d’inverno.
Accendiamo il forno, impastiamo qualche caloria e consoliamoci pure con qualche lampone.

La ricetta è tratta, come molte delle cose dolci cucinate in questo periodo, da un librone di Martha Stewart che abbiamo in edizione spagnola e dedicato ai dolci classici (i capitoli sono divisi in cose come: dolci da caffè, torte a strati, bounds, torte di frutta). Non ha forse grande fantasia ma è rassicurante e non sbaglia un colpo, per questo è pieno di segnalibri e di macchie. Se sugli impasti non abbiamo niente da dire, a volte sulle glasse o le coperture scivoliamo via, alleggerendo un po’ qui e là. Anche in questo caso alla composta di agrumi abbiamo sostituito un coulis breve breve di lamponi.

150 g di zucchero e un poco per lo stampo
750 g di ricotta
6 uova a temperatura ambiente
40 g di farina
1 cucchiaio di scorza di arancia
1/4 di cucchiaino di sale

Accendere il forno a 180°C. Imburrare lo stampo a cerniera (da 23 cm) e spolverarlo con uno strato di zucchero semolato. Montare la ricotta con i tuorli d’uovo, la farina, 75 g di zucchero, il sale e la scorzetta di arancia. A parte montare gli albumi fin quando sono spumosi, unire gli altri 75 g di zucchero e montare a neve ben ferma. Incorporare gli albumi un terzo alla volta all’impasto principale, usando la spatola e muovendo dal basso verso l’altro. Versare tutto l’impasto nella tortiera e cuocere per circa un’ora.
Per la salsa di lamponi: raccoglierli in una pentolina con un cucchiaio di zucchero e due di acqua, far andare un poco quindi frullare.
Tutto qui. Buon Lunedì.

7 Commenti a “la torta di ricotta”

  1. simonetta scrive:

    qual’é il titolo del libro?

    • maite scrive:

      L’originale americano suono un po’ autoreferenziale: Marta Stewart’s cake, mentre la versione spagnola che è quella che uso io è Pasteles, Editorial Juventud, 2014

  2. Annalisa scrive:

    La proverò sicuramente, adoro i dolci alla ricotta e anche i lamponi.. ;)

  3. Giulia b scrive:

    Che tentazione!!! Domani prendo la ricotta al mercato del contadino e la provo!

  4. katia scrive:

    “far andare un poco” ? significa cuocere un poco? (scusatemi non sono di lingua materna italiana)