una Tatin di cipolle

Era rimasta indietro questa piccola Tatin, deliziosa e minimale aveva fatto festa a una tavola dell’interminabile autunno romano. Ora che l’inverno almeno lì sembra arrivato la ripeschiamo perché al mercato a Barcellona son comparse delle cipolline piccine piccine che sono tutto quel che serve per rimetterle in cantiere.

Del resto pare che la dimenticanza sia il destino della Tatin, così vuole la tradizione che racconta che furono quelle sorelle lì, le Tatin, a recuperare all’ultimo le mele dimenticate lungo un procedimento più tradizionale. Nessuno sa se sia vero o meno, ma se vi viene una gran voglia di Tarte Tatin, e le mele sono finite… perché non tentare « quasi » la stessa ricetta con le cipolline? La nostra è del resto la Tatin del compleanno del Fotografo (la trovate qui),  solo con un po’ meno zucchero e usando la farina di farro per la base della brisée, ma il procedimento quello, è proprio lo stesso, burro compreso.
per la pasta brisée
200 g di farina di farro
100 g di burro freddo
2 cucchiai di acqua fredda
1 punta di saleper il resto:
1 kg di cipolline piccine
50-60 g di burro
4 cucchiai di zucchero

Impastate velocemente la farina con il burro in pezzetti, quando avrete ottenuto un impasto in briciole aggiungete l’acqua fredda e lavorate finché l’impasto si compatta e risulta omogeno. Formate una palla e conservatela in frigorifero per un’ora.

Sbucciate cipolline. Imburrate con generosità (con circa 3/4 del burro a disposizione) il fondo di una teglietta di alluminio (o comunque che possa andare sul fuoco) cospargete di zucchero, disponeteci un primo strato di mele, disseminate qualche fiocchetto di burro qua e là, ancora lo zucchero e poi fate un secondo giro, occupando gli interstizi vuoti (molto più complicato a dirlo che a farlo). Ok, ci siamo. Mettete tutto sul fuoco dolce, per una decina di minuti, quando il caramello comincia ad avere un colore caldo e a risultare vischioso spegnete. Lasciate raffreddare un poco, poi rivestite la tortiera con un disco di pasta brisée della misura conveniente. Rimboccate i lembi verso il basso e bucherellate la superficie per far uscire il vapore. Infornate in forno già caldo a 180°C per circa 40 minuti.
Una volta uscita dal forno, rovesciate presto la torta e con decisione, se aspettate troppo e il caramello si raffredda indurendosi, siete finiti.

Comments are closed.