ravioli di feta e limone con pesto di fave

Sarà stata l’aria da primo maggio, ma persino qui a Barcellona il week end è passato sgranando bacelli e poi, con pazienza ben maggiore, sbucciando la prima pelle. Due chili e oltre e un pomeriggio lungo, lunghissimo.

Però, a riguardare le fatiche da qui, ne è valsa la pena.

Per la pasta
200 g di semola rimacinata
2 uova
1 pizzico di sale

Per il ripieno:
200 g di feta
un mazzetto piccolo di menta
la scorza di un limone più qualche goccia
1 cucchiaio di ricotta

Per il “pesto” di fave”
400-500 g di fave già pulite e sbollentate
1 spicchio di aglio
olio extravergine di oliva qb
sale o citron confit

Per la pasta procedere come al solito: fontana, uova al centro e lavoro di braccia o di planetaria. Una volta ottenuto un composto elastico, farlo riposare coperto da un piatto per un’oretta. nel frattempo dedicarsi al ripieno. Mixare la feta con la menta, la scorza grattugiata di limone e la ricotta, travasare il tutto in una tasca da pasticcere con bocchetta larga e conservare il frigo:
Per il pesto, dopo aver pulito con pazienza le fave, averle sbollentate e quindi immerse in acqua fredda non rimane che frullare con l’aglio spezzettato, aggiungere il sale (o il citron confit) e l’olio a filo fino ad ottenere una mousse ariosa.
Stendere poi la pasta, ricavare i ravioli e cucinarli come sempre in abbondante acqua bollente. Scolarli con la schiumarola e condirli con il pesto.

Comments are closed.